VITERBO – Una donna con la testa e gli occhi bendati da garze urla: “Non sto più nella pelle”. Sotto, il messaggio, semplice e diretto, firmato CNA: “Stop abusivismo”, perché “ogni abuso è un sopruso!”. Ha preso il via oggi…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteBonafede Mancini spiega gli ebrei: successo ai “Pomeriggi Touring”
Articolo successivoAcque potabili, il sindaco Stelliferi querela Litta e Chiricozzi