Il trading online da qualche anno a questa parte ha espanso il proprio bacino di utenza in maniera letteralmente esponenziale. Le ragioni di questo successo sono molteplici e hanno molto a che fare con il superamento di determinati limiti strutturali. Ad esempio, in un passato non troppo lontano andare in Borsa significava recarsi fisicamente presso luoghi distribuiti ai quattro angoli del globo. Con questo presupposti non sorprende che gli investitori professionisti fossero una percentuale piccolissima della popolazione.

Oggi invece anche i trader di alto livello non devono fare altro che connettersi a Internet: le Borse si sono trasformate in luoghi digitali e per accedere al loro interno è sufficiente iscriversi a un broker online. Un’altra piccola grande rivoluzione che aiuta a capire il successo del trading online è quella legata alla distribuzione delle competenze. Fino a qualche tempo fa infatti per iniziare a comprare, vendere o scambiare asset era necessario scegliere percorsi universitari specifici.

Oggi le piattaforme di trading mettono a disposizione tantissimo materiale formativo di qualità: dagli articoli alle lezioni, dai video-corsi agli ebook dedicati. E poi ci sono i broker come eToro, che hanno funzionalità molto avanzate come, ad esempio, il copy trading: una modalità operativa attraverso la quale gli utenti possono copiare le mosse dei traders più esperti. Per avere maggiori informazioni a riguardo, è possibile visitare la sezione “opinioni eToro” del portale Piattaformetradingonline.com, sito web specializzato nel trading online dove trovare contenuti e approfondimenti dedicati ai migliori intermediari con cui operare sui mercati finanziari.

Che cos’è eToro

Prima di entrare nel merito del sopracitato copy trading, sarà sicuramente utile spiegare in maniera più esaustiva che cos’è eToro. Ebbene stiamo parlando di un broker online, quindi di una realtà che svolge il ruolo di intermediario finanziario tra utente ed asset o mercati. Da questo punto di vista eToro è un portale più che sicuro e attendibile, come ben testimoniato da tantissime licenze differenti. È il caso della CySEC per l’Unione Europea, della FCA per il Regno Unito, ma anche della AFSL per l’Australia. In tutti questi casi le licenze attestano che eToro è un broker perfettamente allineato alle regolamentazioni vigenti e che gli utenti possono depositare denaro al suo interno senza timori di alcun tipo.

Allo stesso tempo eToro è molto più di un semplice sito (o un’app mobile) per fare investimenti: è una piattaforma che ha sposato in pieno diverse dinamiche tipiche dei social network come Facebook, Twitter o Instagram. Non a caso oggi eToro è la community finanziaria più grande del mondo, con più di venti milioni di utenti iscritti.

Cosa vuol dire fare social trading e copy trading

Accedere a eToro significa trovarsi di fronte a una dashboard non troppo diversa da quella di un social “classico”. Gli utenti dunque possono interagire tra loro, aggiungendosi, osservandosi, o magari scambiandosi opinioni. Questo approccio agli investimenti è noto col nome di social trading ed è uno degli elementi più distintivi di questo broker. Anche perché in eToro condividere competenze conviene a tutti.

Gli investitori meno esperti trovano colleghi da cui imparare, mentre i professionisti possono aspirare a venire riconosciuti come Popular Investors: gli influencer di eToro, che vengono premiati sulla base del numero di follower che ottengono. Arrivati a questo punto è possibile tornare sulla modalità operativa copy trading, ovvero la possibilità tecnica di agganciarsi a uno o più profili seguiti. Il copy trading sfrutta un algoritmo proprietario di eToro e, come ben suggerito dal suo stesso nome, permette a un investitore di copiare automaticamente tutte le operazioni di un suo collega. 

Articolo precedenteUST Cisl: ‘Grazie Vescovo Lino Fumagalli per la missione svolta nella nostra diocesi’
Articolo successivoBolsena celebra la “Festa del Sacro Cuore” e “La Giornata del Ringraziamento”