Il prefetto Bruno è intervenuto a seguito del problema verificatosi sulla Superstrada dove, da un cavalcavia, si sono staccati dei pezzi di intonaco che per fortuna non hanno causato danni alle vetture in transito, ha chiesto verifice all’ANAS, alla Provincia, Vigili del Fuoco e Polizia stradale.

Ieri ha voluto riunire tutti per fare il punto della situazione.

Sono state sintetizzate l’insieme delle attività da adottare, con la massima tempestività, per garantire la transitabilità delle strade al verificarsi o all’insorgere di eventi climatici che comportino la possibilità di formazione di ghiaccio o di permanenza al suolo di uno strato nevoso.

Per quanto concerne le strade, verifiche su ponti e cavalcavia sono state eseguite e si è accertato nel caso della Superstrada che ad essere interessato del fenomeno è stato solamente l’intonaco di rifinitura che con acqua e gelo ha ceduto.

In tal caso è stato provveduto alla sistemazione. Nel contesto è stata data anche notizia che, in relazione al D.P.C.M del 20.01.2018 che prevede la revisione della rete stradale di interesse nazionale e regionale ricadenti nelle Lazio, in data 14 gennaio è stato sottoscritto il verbale di rientro ad ANAS spa delle strade regionali in gestione all’Astral spa.

Le strade della provincia di Viterbo interessate sono la SR 2 Cassia dal kilometro 19,00 al Kilometro 141,612 e la Sr3 Via Flaminia del kilometro 7,00 al kilomero 67,340.

Presto anche altri 220 kilometri di strade provinciali saranno prese in gestione dall’Astral. Per i ponti sul territorio sono stati effettuati 50 controlli e verifiche ed in un solo caso si è adottato il limite di viabilità ma non la chiusura.

Giancarlo de Zanet

Commenta con il tuo account Facebook