VITERBO – Dopo quella per Amatrice, una seconda spedizione. Stavolta a Norcia, duramente colpita dal terremoto dello scorso novembre.

Anche in questo caso, sugli autocarri, quintali di fieno e cereali per l’alimentazione del bestiame. Dietro le quinte delle due iniziative di solidarietà la medesima organizzazione, gli stessi uomini. A coordinare il convoglio per Norcia, come la scorsa settimana per Amatrice, è il presidente dell’associazione Crescere Con Lode, Stefano Bordo e con lui gli agricoltori della Coldiretti di Tuscania. Alla guida dei rimorchi, anche oggi, gli autotrasportatori Santino Nicolai, Alfredo Zinghini, Antonio Natali, Remo Papacchini Ilario Ceccariglia, Salvatore Ugolini, i fratelli Ghezzi, Fabio Cesetti e Luciano Sebastiani.

“Incontrare personaggi come Stefano Bordo – commenta Mauro Pacifici, presidente della Coldiretti di Viterbo – è formativo, oltre che piacevole. La sua grinta, la sua umanità e la sua ammirevole dedizione alle cause della solidarietà vera e concreta sono contagiose”. Anche in Umbria il fieno sarà consegnato agli allevatori che, a causa del sopraggiungere del freddo e della neve, incontrano enormi difficoltà nell’approvvigionamento di derrate per la regolare alimentazione del bestiame. “Il mio auspicio – aggiunge Alberto Frau, direttore della Coldiretti di Viterbo – è che la collaborazione avviata con il presidente Bordo possa proseguire anche dopo che avremo archiviato la drammatica emergenza terremoto. Il rapporto tra noi e Crescere Con Lode potrà arrecare altri frutti anche in altri momenti più sereni e per altre meritorie cause che, pur augurandoci non emergenziali, noi e l’associazione riterremo degne di essere sposate, condivise e sostenute”.

norcia-2

Commenta con il tuo account Facebook