ROMA – CNA guarda con preoccupazione l’evoluzione delle relazioni politiche, economiche e sociali con la vicina Svizzera. Il risultato del referendum che limita i lavoratori stranieri, tenutosi nel Canton Ticino, rischia di compromettere fortemente i rapporti tra il Paese…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedente“Il litorale cambierà volto”
Articolo successivo“Camilleri Ad Alta Voce 2:0” – Il ritorno