Regione Lazio

In relazione alle procedure per l’attivazione dello smart working al personale della Giunta della Regione Lazio, fatto salvo quanto già comunicato in relazione alla chiusura delle sedi regionali di via Cristoforo Colombo, via del Serafico, via del Tintoretto, via del Giorgione e via Capitan Bavastro,  la Regione comunica le seguenti procedure d’urgenza che saranno attivate in relazione alla situazione emergenziale di questi ultimi giorni:

  • Coloro che hanno già presentato domanda attraverso la procedura sia ordinaria che straordinaria, di cui alla nota prot. n. 193517 del 3/03/2020 potranno far iniziare l’attività lavorativa in modalità agile, dal  9 marzo 2020 fino alla fine della misura emergenziale con l’utilizzo di pc aziendale, o con pc personale, senza attendere la comunicazione da parte della Direzione” Affari Istituzionali, Personale e Sistemi Informativi”. Gli uffici procederanno successivamente ad effettuare tutte le verifiche necessarie.
  • Coloro invece che non hanno presentato domanda di smart working attraverso procedura straordinaria e che comunque posseggono un pc personale con le caratteristiche minime di cui alla nota prot. n. 193517 del 3/03/2020, potranno inoltrare, con la massima sollecitudine, tutta la documentazione di cui alla nota prot. n. 179826 del 28.02.2020 (“Schema proposta svolgimento attività in s.w.”,  “Opuscolo Informativo”, “Istanza lavorativa in modalità agile”) nonché il “Modulo – Autocertificazione requisiti utilizzo pc personale” di cui alla nota prot. n. 204634 del 06.03.2020, all’indirizzo mail [email protected]; nell’oggetto della mail di trasmissione occorrerà indicare la sede in cui il dipendente presta servizio. Le domande saranno prese in carico nel più breve tempo possibile.

Dette misure, comunque, avranno effetto sino al 03 Aprile 2020 salvo ulteriori proroghe riguardanti la situazione emergenziale.

In ogni caso il dipendente che ha presentato o che presenterà domanda di smart working attraverso procedura straordinaria con l’utilizzo di un pc personale si dovrà attenere alle disposizioni e alle indicazioni di cui alla nota prot. n. 204634 del 06.03.2020.