Alessandro Ruggieri

«In merito alla auspicata fermata del treno ad alta velocità nella stazione di Orte, – comunica il rettore Ruggieri – confermo, come ho già avuto modo di dire in altre sedi istituzionali, il mio parere favorevole perché sarebbe un indubbio vantaggio per tutto il territorio della provincia di Viterbo riconoscendogli finalmente quel ruolo centrale e necessario nei collegamenti che purtroppo manca.

Come istituzione pubblica, l’Università della Tuscia , è a favore di un maggior sviluppo sociale,imprenditoriale, culturale e turistico della provincia di Viterbo sostenendo qualunque seria iniziativa per raggiungere questo obiettivo.

Il servizio dell’Alta Velocità ad Orte rappresenta una concreta e importante occasione sia dal punto di vista economico che occupazionale non solo per la Tuscia ma anche per l’Umbria limitrofa alla nostra regione e per questo auspico una stretta e fattiva collaborazione tra tutte le forze istituzionali che possano portare all’obiettivo finale.

Come sempre l’Università della Tuscia è disponibile a collaborare a progetti seri, concreti e basati su intese e interessi veri e condivisi.

Per questo è da sempre attenta al tessuto produttivo della provincia di Viterbo e alle sue variazioni indicando eventuali deviazioni e correzioni. Anche in questo momento non farà mancare il suo apporto tecnico-scientifico altamente professionale.

L’eventuale fermata del treno ad alta velocità nella stazione di Orte ritengo che sia un indubbio momento di crescita per il territorio se sostenuto con forza, serietà e competenza da tutti gli enti e istituzioni locali».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email