CIVITAVECCHIA – Pane è sinonimo di nutrimento. Il fenomeno delle sempre più diffuse intolleranze alimentari sta cambiando le nostre abitudini. E il mestiere tradizionale del panettiere affronta la necessità di fornire prodotti per tutte le esigenze. Alla luce delle recenti teorie nutrizioniste, come possiamo orientarci?

 

Dobbiamo veramente rinunciare al pane? Saranno queste e tante altre domande il “lievito” del secondo degli appuntamenti di “Scienze a bottega, saperi e mestieri a confronto”, organizzati dalla CNA di Viterbo e Civitavecchia nella sala convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia.

 

Domani, mercoledì 2 marzo, dalle ore 18, Gianpaolo Giovannone, dietologo, e Claudio Boccafogli, chef/fornaio, dialogheranno sul tema “Nutrimento”. Un’altra occasione per riflettere sul valore del saper fare e sull’opportunità di esplorare nuove frontiere che nasce dall’incontro tra persone appartenenti a mondi diversi -come la medicina e l’artigianato- ma, in fondo, più vicini di quanto si possa immaginare.

 

Il confronto sarà moderato dalla giornalista Stefania Mangia.

 

Il ciclo “Scienze a bottega”, che è stato inaugurato con successo la scorsa settimana, ha il patrocinio della Fondazione Cariciv, della Regione Lazio e dell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte – Oma.