Un tavolo permanente per lo sviluppo economico cittadino, che nasca dall’unione di tante realtà associative – dalla promozione sociale alle categorie produttive, dall’ospitalità alle realtà di promozione turistica e culturale – per fare in modo che il tessuto sociale d economico di Tarquinia si faccia trovare pronto per le opportunità legate ai fondi PNRR che da giugno daranno un impulso allo sviluppo turistico culturale all’Italia.

Con questi intenti si sono incontrate ieri sera tante associazioni cittadine – Divini Commercianti, Società Tarquiniense d’Arte e Storia, VisiTarquinia, CNA, WeTarquinia, Federbalneari, gruppo Scout di Tarquinia, Pro Loco, Presepe vivente, Viva Tarquinia –, uscite dall’appuntamento con alcuni punti fermi individuati per gettare le basi del lavoro futuro: innanzitutto, la creazione di un tavolo permanente, il cui motore e punto di riferimento sarà la Pro Loco Tarquinia, quindi l’individuazione della CNA come organo/sportello per accesso e consulenza ai bandi, variegate opportunità di crescita per tante realtà della città.


Un’iniziativa rivelatasi un evento più unico che raro, in una comunità che spesso è apparsa disgregata e che, invece, ha visto ieri discutere e progettare tante realtà economico sociali del territorio con l’unico obiettivo di lavorare per la crescita della città.
Presenti i rappresentanti dell’opposizione, assente l’amministrazione comunale, ma resta la disponibilità per incontrarne i rappresentanti, sperando di riuscire a lavorare al più presto tutti assieme per un futuro migliore per Tarquinia.

Articolo precedenteIntervento urgente su rete idrica adduttrice in zona terme Oasi con interruzione del flusso idrico
Articolo successivoCivita Castellana, gli studenti del Colasanti celebrano in Comune la Festa dell’Europa