L’importante finanziamento consentirà di potenziare e migliorare i servizi online al cittadino

Il Comune di Vitorchiano ha ottenuto oltre 300.000 euro di finanziamenti per l’innovazione e la digitalizzazione dei servizi, nell’ambito del programma PNRR Italia Digitale 2026. Si tratta delle misure: 1.2 Abilitazione al cloud per le pubbliche amministrazioni locali comuni; 1.3.1 Piattaforma Digitale Nazionale Dati; 1.4.1 Esperienza del cittadino nei servizi pubblici; 1.4.3 Adozione app IO; 1.4.4 Estensione dell’utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale – SPID CIE; 1.4.5 Piattaforma Notifiche Digitali.

Si tratta di un finanziamento fondamentale per la transizione digitale della nostra amministrazione comunale – commenta il sindaco Ruggero Grassotti – che renderà i servizi più efficienti, fruibili, veloci, sicuri e trasparenti. Grazie a ciò potremo continuare a rendere Vitorchiano sempre più smart e avvicinare i cittadini alle istituzioni“.

Queste misure – interviene Alessandro Vagnoni, consigliere delegato a turismo e innovazione – puntano a garantire al cittadino un migliore rapporto con la Pubblica Amministrazione, rendendo quest’ultima ‘alleata’ di persone e imprese, con un’offerta di servizi facilmente accessibili. Il processo di digitalizzazione consentirà di migliorare e velocizzare la capacità elaborativa e l’efficienza dei servizi comunali in sicurezza, affidabilità e trasparenza, a beneficio sia dell’utente, che potrà accedere direttamente dal proprio dispositivo ai servizi senza il bisogno di recarsi fisicamente presso gli uffici, sia per la sburocratizzazione dell’ente, agevolando il lavoro del personale del Comune“.

Nello specifico, sono previste le seguenti azioni: potenziamento di pagoPA, la piattaforma digitale per i pagamenti verso le PA per pagare le imposte istantaneamente o in modo programmato; sviluppo dell’app IO, principale strumento di contatto tra enti e cittadini per la fruizione e comunicazione dei servizi pubblici digitali, utile per la notifica di atti amministrativi a valore legale verso persone fisiche e giuridiche nonché efficace promemoria di scadenze di documenti, contribuendo inoltre a ridurre costi e tempistiche; ampliamento dell’utilizzo dell’identità digitale – Sistema pubblico di identità digitale (SPID) e Carta d’identità elettronica (CIE) – che permetterà di accedere a tutti i servizi online comunali dal proprio dispositivo in maniera istantanea.

Per non rimanere incompiuta – conclude Grassotti – la transizione digitale di infrastrutture e servizi della PA deve essere inclusiva e accessibile a tutti. Per questo il Comune di Vitorchiano ha provveduto per il 2023 ad attivare lo Sportello di facilitazione digitale, che prevede il primo progetto di Servizio civile digitale attivo presso il Palazzo Comunale. Lo Sportello fornisce supporto, assistenza e incontri di formazione per tutti i cittadini che vorranno acquisire nuove competenze digitali“.

Articolo precedenteAcquapendente: visita del vescovo Piazza a ospedale e RSA
Articolo successivoViterbo, aperture straordinarie in Questura per il rilascio dei passaporti