PROVINCIA – Non solo agricoltura, non necessariamente ceramica. Qualcosa di nuovo si muove sotto i cieli della Tuscia. In un periodo di profonda crisi, con labili segnali di ripresa, una scintilla di speranza potrebbe scaturire dalle startup. Il Decreto “Restart Italia” introduce nell’ordinamento giuridico Italiano la definizione di nuova impresa innovativa ad alto valore tecnologico: la start up innovativa (da registrare in un’apposita sezione speciale del Registro delle imprese presso le Camere di Commercio), nei cui confronti viene elaborato un vasto corpus normativo che prevede strumenti e misure di vantaggio nell’intero ciclo di vita (dall’esonero dai diritti camerali ed imposte di bollo, ad una disciplina del lavoro ad hoc, fino alla possibilità di remunerazione con strumenti di partecipazione al capitale, credito d’imposta per assunzione di personale altamente qualificato, incentivi fiscali per investimenti in start up innovative provenienti da persone fisiche e giuridiche). A poco più di due anni dall’avvio di questa possibilità sono solo una decina le startup innovative iscritte nel registro speciale della CCIAA della provincia di Viterbo.

 

L’ultima in ordine di tempo si chiama CuDriEc (www.cudriec.com), acronimo di “Customer Driven Economy”, ad indicare una mission ben precisa: creare un’impresa totalmente orientata al cliente. Obiettivo ambizioso che è riuscito ad “aggregare” una decina di professionisti (esperti di marketing, consulenti aziendali, grafici, designer, blogger, ma anche professioni più “tradizionali”, c’è un ingegnere, un avvocato ed un commercialista), insieme a due aziende (una del distretto ceramico di Civita Castellana ed una cooperativa sociale). Tutte realtà assolutamente “Made in Tuscia”, a testimonianza del fatto che in questa terra, con gli strumenti adatti, passione e buona volontà, c’è ancora voglia di “intraprendere”.

 

Molto il riserbo sull’iniziativa, che a quanto sembra sarà presentata ufficialmente a Settembre, anche se navigando il sito alcune indicazioni sul business model cominciano a trapelare.

 

4 “Mondi”: Persona (Life), Abitare (House),  Viaggiare (Travel), Mangiare (Eat), che aggregano in macroaree gli interessi dei navigatori della Rete. Ogni Mondo ha pagine dedicate sui principali social network ed un Blog tematico. I social “catturano” l’interesse dei navigatori della rete, mentre i blog  approfondiscono i temi (Branded Content Marketing).  Il tutto corredato dall’area “Shop – Best of”, una sezione e-commerce che proporrà il “Best of” delle aziende partner. Il progetto punta tutto sulla massimizzazione dell’interazione azienda/cliente: attraverso concorsi, contest, coworking e crowdsourcing, al fine di conoscerne appieno i bisogni e coinvolgerli attivamente nella progettazione di prodotti/servizi sempre più “tagliati su misura”. La startup sta valutando l’inserimento di giovani che abbiano voglia di collaborare nei settori del marketing, della comunicazione, della programmazione, e per la creazione della struttura commerciale. Chiunque fosse interessato può scrivere a: info@cudriec.com. Ancor prima del lancio ufficiale sono già oltre 70.000  i Fans di questo progetto in Italia. Non male come inizio. Staremo a vedere.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email