ROMA – Stefano Dominella presidente della Maison Gattinoni Couture, è il nuovo presidente della Sezione Tessile, Abbigliamento, Moda ed Accessori di Unindustria, l’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo, per il quadriennio 2016-2019.

 

La Sezione associa 32 aziende per 1400 dipendenti. Eletta nel consiglio direttivo anche Gabriela Capoccioni Scuderi (foto), dell’azienda Scuderi di Vetralla.

 

“Le imprese attive nel Lazio nel comparto moda, dato 2015, sono 3.304 pari al 3,9% del Tessile, Moda ed Abbigliamento italiano (84.409) – dichiara Stefano Dominella neo presidente della Sezione Tessile, Abbigliamento, Moda ed Accessori di Unindustria – L’export regionale, che ha come destinatari principalmente i paesi esterni all’Ue, è un dato in forte crescita – prosegue Dominella – Tra gli obiettivi della mia presidenza, grazie anche alla preziosa collaborazione della mia squadra e dei vice presidenti Alessandro Ferrone e Stefano Zigliara, ci sarà proprio quello di definire iniziative utili a favorire lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle aziende, attraverso partecipazioni fieristiche, workshop, attività di formazione, missioni imprenditoriali, con un focus sui quei Paesi che rappresentano la nuova frontiera dell’economia globale, come Vietnam e Corea. Inoltre – prosegue Dominella – daremo supporto ai giovani stilisti nell’avvio di start-up, valorizzeremo i mestieri dell’alto artigianato quale ulteriore leva per la possibile creazione di nuovi posti di lavori. Infine – conclude Dominella – consolideremo il dialogo con le Istituzioni, per potenziare ancora di più la rappresentanza delle nostre aziende e svilupperemo iniziative legate alla forza del “brand Roma” nel mondo attraverso grandi eventi internazionali”.

 

Stefano Dominella è stato eletto all’unanimità dall’assemblea che ha nominato, come vice presidenti Alessandro Ferrone (Ferrone) e Stefano Zigliara (Klopman International). Completano il consiglio direttivo della Sezione Massimo Marini (Dublo srl), Valerio Rositani (Neoshu srl) e appunto Gabriela Capoccioni Scuderi.

 

Stefano Dominella, già vice presidente della Sezione, all’interno dell’ associazione è anche membro de gruppi tecnici internazionalizzazione e cultura, turismo, Giubileo della Misericordia e Olimpiadi 2024. Debutta nel mondo della moda, dopo essersi diplomato presso la scuola di design “Istituto Marangoni” di Milano, nella metà degli anni ’70, entrando a far parte del team dell’ufficio stile di Mila Schön. Alla fine degli anni ’70 dal capoluogo lombardo si trasferisce a Roma con l’incarico di assistente coordinatore di Valentino per le collezioni di Prét-à-Porter, curando inoltre i rapporti tra l’ufficio stile e il gruppo Gft, poi Hdp. Negli anni ’80 dà vita, insieme a Raniero Gattinoni, alla “Raniero Gattinoni Prét-à-Porter” e intraprende il progetto di restyling della griffe Gattinoni sviluppando una nuova strategia di distribuzione e di vendita che apre al brand le porte dei mercati internazionali. Nel 1983 diventa membro del consiglio direttivo della Camera nazionale della moda, una posizione che ricopre fino a settembre 2012. Dal 1990 è direttore didattico e coordinatore del comitato scientifico dell’Istituto europeo di design (Ied) di Roma, nonché responsabile del progetto “Immagine e Strategie” dello Ied per le sedi di Roma, Milano, Madrid e Barcellona. Dal 2002 al luglio 2007 è stato presidente di Alta Roma. Tra i numerosi prestigiosi incarichi ricoperti c’è anche quello di direttore scientifico dell’istituto Modartech di Pontedera; membro del consiglio direttivo della Fondazione “Insieme per Roma”; docente di comunicazione presso l’università la Sapienza di Roma Facoltà di Lettere corso di laurea “Scienze della moda e del costume” e docente di comunicazione presso l’Accademia Italiana di Roma e Firenze e presso l’Accademia Maria Maiani di Roma.