Lunedi 10 dicembre, nell’ambito delle iniziative organizzate per celebrare i 70 anni dalla proclamazione da parte dell’Assemblea delle Nazioni Unite della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, 15 marescialli di terza classe appartenenti al terzo anno accademico della Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare di Viterbo, assegnatari della tesi in diritto internazionale, sono stati invitati dal relatore, nonché docente di diritto internazionale Prof. Avv. Alessandro Bonavita, alla partecipazione al convegno intitolato “Protezione dei diritti umani nel diritto interno e internazionale”. 

Il convegno, organizzato dall’Associazione Nazionale Forense ha avuto luogo all’interno dei locali della Corte di Appello di Roma ed ha permesso ai frequentatori il conseguimento di un attestato di formazione professionale accreditato dal Consiglio degli Ordini degli Avvocati di Roma.

La partecipazione al convegno è stata preceduta in mattinata da una visita presso la Corte Suprema di Cassazione dove è stato possibile visitare la Biblioteca Centrale Giuridica (biblioteca del Ministero della Giustizia che gestisce tutta la documentazione del Ministero e degli Uffici giudiziari), visitare alcune aule giudiziarie, tra cui la celebre Aula Magna, ed assistere ad alcune udienze.

L’esperienza diretta con due delle massime istituzioni giuridiche in Italia, ha permesso ai Marescialli del corso Zephir di accrescere il proprio bagaglio culturale propedeutico al conseguimento della Laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, ed inoltre, ha aumentato la familiarità nello studio dei diritti umani nell’ambito del Diritto Internazionale Umanitario e delle Peacekeeping Operation.

La Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo è posta alle dipendenze del Comando delle Scuole dell’A.M. e della 3^ Regione Aerea di Bari; il Reparto ricopre una duplice missione: da una parte, quale istituto a carattere universitario, ha il compito di provvedere alla formazione militare e morale e all’istruzione professionale specifica dei Sottufficiali del Ruolo Marescialli, nonché al perfezionamento e all’aggiornamento di tale formazione; dall’altra, quale aeroporto militare aperto al traffico civile, fornisce il supporto tecnico-operativo, i servizi alla navigazione aerea e l’attività di force-protection sull’aeroporto Tommaso Fabbri.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email