MONTEFIASCONE – Il quattordici Ottobre corrente anno, nella città di Montefiascone si è celebrata la Festa del Tricolore come ricordato dal sindaco Paolini nella conferenza di fine anno, e fin qui nulla da eccepire.

Qualche problema è sorto e, di tanto in tanto, riemerge, nei discorsi delle gente di strada, sul costo della manifestazione. Nei giorni successivi alla manifestazione, sono corse le voci più disparate con le quali si diffondevano diverse entità di costi per cui, onde fugare ogni dubbio ed essere corretti nel dare le giuste informazioni all’opinione pubblica, si è chiesta chiarezza agli uffici competenti dell’Amministrazione comunale, visto che Essa, stando sempre alle chiacchiere di piazza, avrebbe organizzato la manifestazione.

Ebbene, da qualche giorno i documenti ufficiali di spesa, diversi da quelli richiesti (Bilancio della Festa Tricolore), sono giunti sul nostro tavolo. Una scarna delibera n.274 del dieci Ottobre corrente anno, emanata dalla Giunta Comunale incaricava i settori Terzo e Quarto di organizzare la Festa ed assegnava quale spesa complessiva presunta € duemiladuecento; copertura trovata nel Cap. ottomilatrecentonovantasei Organizzazione eventi ufficio turistico.

E fin qui tutto chiaro. Alcuni dubbi nascono dall’attenta lettura del documento al Prot. n.31435 del 21.12.2017 allorché, verso la fine dell’ultimo capoverso si legge testualmente: Impegno e liquidazione per erogazione contributo all’associazione nazionale paracadutisti d’Italia per l’organizzazione della giornata tricolore svoltasi il 14 ottobre 2017.

Alla luce di quanto sopra, se le parole hanno un significato chiaro e definito, sembrerebbe che la somma stabilita nella delibera non è stata ne certa ne perfettamente definita, visto che è qualificata con l’aggettivo, presunta; questo non dipana i dubbi ed il vero reale costo della Festa rimane nel suo mistero.

Leggendo attentamente l’ultima parte del medesimo documento esplicativo allegato, sembra che la Festa non sia stata organizzata dall’Amministrazione Comunale ma dall’associazione nazionale paracadutisti, visto che in esso si recita: contributo all’associazione paracadutisti d’Italia per l’organizzazione della giornata tricolore.

Di contro, poi, un dubbio nasce spontaneo: i tre aerei che hanno sorvolato la città emettendo i fumi colorati, non sono costati nulla? A carico di questi non si fa menzione ne di costi ne di rimborsi. I dubbi rimangono e le voci di piazza pure; cosi, di tanto in tanto, molti si domandano ancora: ma quanto è costata questa festa? La cifra presunta, poi, è rimasta tale o ha subito integrazioni? Forse, se chi di dovere, facesse maggiore chiarezza non sarebbe male, anzi, sarebbe molto opportuno proprio per sgombrare il campo da ogni sospetto ed illazione in nome di quella trasparenza e chiarezza amministrativa che le leggi impongono, ma dai documenti sembra essere poco chiara.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook