Consegnato il Premio dell’Accademia alla dott.ssa Francesca Lombardo per la Tesi di Laurea “Analisi sperimentale del cammino in soggetti sane ed affetti da Sclerosi Multipla tramite sensori inerziali”.

Il Premio è anche un riconoscimento del lavoro svolto dalla facoltà di Ingegneria, dall’Ateneo e per l’impegno nella ricerca.

L’Università della Tuscia, dipartimento DEIM, è l’unico partner ingegneristico nella cordata che condurrà il progetto PRAG-MS (A Multicentric Randomized Pragmatic Trial to Compare the Effectiveness of Fingolimod versus Dimethyl‑Fumarate on Patient Overall Disease Experience in Relapsing-Remitting Multiple Sclerosis: Novel Data to Inform Decision Makers) recentemente approvato dall’Istituto di Ricerca No‑Profit statunitense PCORI ‑ Patient‑Centered Outcomes Research Institute.

Capofila del progetto è l’IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta che rappresenta un polo di eccellenza internazionale per la ricerca e la cura delle più significative malattie neurologiche. Oltre all’Università della Tuscia e all’ Istituto Neurologico Carlo Besta fanno parte del progetto anche rilevanti centri specializzati nell’immunoterapia in Italia, Svizzera, Germania, Israele, Spagna e Stati Uniti. Il progetto durerà 5 anni e avrà un costo totale di 3 milioni di euro.

L’obiettivo del progetto è quello di confrontare l’efficacia di due trattamenti già approvati per la Sclerosi Multipla in un contesto di reale pratica clinica.

E’ quindi il primo studio pragmatico multicentrico randomizzato controllato per confrontare direttamente l’efficacia di due farmaci orali (fingolimod/gilenya contro dimethyl‐fumarate/tecfidera) sull’esperienza globale della malattia.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email