Graffignano

«Quanto si apprende dalle risposte, sempre sui social (ref. Sito facebook e ), e mai nelle dovute modalità istituzionali, degli amministratori di maggioranza è VERGOGNOSO, sia nei modi quanto nei contenuti.

Ora non possiamo esimerci nel non rispondere ma VI RICHIAMIAMO CON FORZA AD UNO SPIRITO CIVILE, DI COLLABORAZIONE E CHE NON OFFUSCHI LA VOSTRA MENTE NELL’ESAMINARE LE REALI PRIORITÀ.

  • La nostra proposta di una convenzione con gli esercizi commerciali operanti sul Comune non è menzionata in alcuna delibera. Siamo contenti che in risposta a nostra proposta, ci confermate che questa idea era già nella vostra testa. Bene, allora RENDETELO ESEGUIBILE, CON URGENZA!

Inoltre, nella normativa del Ocdpc n.658 del 29 marzo 2020 (http://www.protezionecivile.gov.it/amministrazione-trasparente/provvedimenti/dettaglio/-/asset_publisher/default/content/ocdpc-n-658-del-29-marzo-2020-ulteriori-interventi-urgenti-di-protezione-civile-in-relazione-all-emergenza-relativa-al-rischio-sanitario-connesso-all-) che ovviamente non può inserire una convezione con i negozianti (non spetta a loro) SI FA RIFERIMENTO AD UNO STANZIAMENTO PER GRAFFIGNANO DI 16332 EURO. Vogliamo cominciare a condividere con i nostri concittadini queste che sono le informazioni importanti? Stiamo preparando le nostre proposte.

  • Esigiamo maggiori dettagli sull’operatività del COC. Il momento è serio e noi, come opposizione, non possiamo accettare di non essere informati. Esigiamo di essere messi in condizione di supportare.
  • Permetteteci una battuta: ci dispiace che per colpa nostra sia caduto il vostro segreto sui gettoni. Comunque, molto bene! Siamo d’accordo nel devolvere i gettoni. E’ UN’OTTIMA COSA
  • E’ necessaria la collaborazione di tutta l’amministrazione comunale. Leggete bene, abbiamo sottolineato nella nostra proposta che il consiglio è necessario “non appena siano avviate le misure urgenti sopra riportate”. E’ altresì evidente che la tecnologia attuale offra importanti strumenti di comunicazione per teleconferenza (anche gratuiti). La nostra maturità ci suggerisce di usarli per confrontarci su quanto proposto.

Concludiamo dicendo che non ci sottoporremo più a questo gioco del “chi urla più forte”, perché offende l’intelligenza della comunità intera. Esigiamo con forza che questo tono da sconsiderati sia messo da parte in momento così importante e difficile.

DETTO CIÒ, NOI PROSEGUIREMO CON LE NOSTRE PROPOSTE SPERANDO CHE CI POSSIATE RISPONDERE “LO AVEVAMO PENSATO GIÀ”. CI CONFERMERETE CHE AVREMO RAGGIUNTO L’OBIETTIVO DI DARE IL NOSTRO SUPPORTO».

Così comunica Paola Maggio Aprile, consigliere di opposizione al Comune di Graffignano.