VITERBO – La nostra società ci costringe a volte a ritmi per noi insostenibili, a preoccupazioni o a condizioni non consone, questo ci porta di sovente a prendercela con chi non ha voce, o è indifeso e non può rendicontare…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati