In questi giorni stiamo leggendo di altri nuovi collegamenti alta velocità tra Roma e Milano e viceversa (anche nei termini di 3 h e poco più) –  così scrive in una nota il Comitato Pendolari Orte -.
‘Solo il 21 novembre abbiamo assistito dalle 17,22 ad un ecatombe per i regionali veloci ed intercity diretti verso nord, sembrerebbe a causa di un guasto su un treno Italo all’altezza dell’ingresso in galleria Orte sud sulla linea direttissima. Ciò ha comportato che i soliti treni rv e ic hanno coperto 88 km di ferrovia in 100 minuti ed oltre (quasi 2 ore!). Riteniamo, come più volte detto, che la linea direttissima tra Roma e Orte sia prossima al collasso. Basta un nulla per mandare tutto a rotoli! Ormai è diverso tempo che assistiamo, soprattutto la sera, a ritardi considerevoli, dirottamenti in linea lenta…

In nome dell’AV, stiamo vivendo, noi pendolari, delle condizioni di viaggio abominevoli!
C’è proprio bisogno di altri convogli av per Milano da Roma, soprattutto nelle fasce orarie sovraffollate da treni a servizio dei pendolari? Tra le 16,55 e le 17,29 oggi ci sono, a distanza di 10-15 minuti 2 av per Torino e 2 per Milano, in partenza da Tiburtina, che vediamo semi vuoti. Noi stessi abbiamo preso tali convogli per lavoro/vacanza ed abbiamo constatato come spesso le carrozze non siano completamente riempite!

Quindi chiediamo al Ministro di intervenire per fermare tali disagi frequenti, di ripensare alla politica della mobilità su rotaia, fermando tale incremento continuo di treni av direttrice nord, valutando interventi sull’infrastruttura che possano mitigare i problemi ai treni pendolari in caso di guasto (ripensando ad esempio al ripristino del pm sant’Oreste).
Chiediamo alla Regione Lazio di farsi promotrice di un tavolo con Trenitalia e RFI, alla presenza anche del MIT.’

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email