La situazione delle macchine parcheggiate all’esterno sta diventando una esilarante farsa, vuoi dettata dalla necessità di far parcheggiare le auto all’interno della struttura a pagamento, vuoi perché la provincia desidera dimostrare ai cittadini che esiste.

L’altro ieri sono comparsi segnali di divieto di sosta. Detti segnali sono collocati sui pali dell’illuminazione pubblica. Non sappiamo se sia stato il solerte dirigente della provincia a farli installare in quel modo o se ci sia stata mano terza.

In questo secondo caso le autorità compenti dovrebbero intervenire come sul paletto installato nella zona di rispetto del parcheggio sosta mezzi pubblici. In tale area le auto sono state sanzionate dai solerti agenti della polizia provinciale ma non risulta che siano stati elevati verbali circa quel paletto che non permette la giusta manovra dei mezzi pubblici.

La comparsa velocissima di paletti che secondo il codice devono rispettare determinate norme, sono stati installati in men che non si dica, ma viene da pensare se sono oggetti soggetti a autorizzazioni e se si come mai sia stata concessa in maniera così veloce.

Due pesi per due misure? Perché? Il solerte dirigente che il mese passato con l’ordinanza n.61 affermava che installava divieti per eseguire opere di manutenzione della strada in base al DPR n 4985(inesistente) probabilmente dirà di un errore di battitura, noi per sapere se la segnaletica ha delle regole per essere installata invece abbiamo consultato le leggi e letto il Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495 Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 dicembre 1992, n. 303 – Supplemento Ordinario , n. 134 Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada.

Titolo 2 – Costruzione e tutela delle strade Capo 2 Paragrafo 3 – La segnaletica verticale (Art. 39 Codice della strada).

L’ARTICOLO 81 (Art. 39 Cod. Str.) Installazione dei segnali verticali.

I segnali verticali sono installati, di norma, sul lato destro della strada. Possono essere ripetuti sul lato sinistro ovvero installati su isole spartitraffico o al di sopra della carreggiata, quando è necessario per motivi di sicurezza ovvero previsto dalle norme specifiche relative alle singole categorie di segnali. I segnali da ubicare sul lato della sede stradale (segnali laterali) devono avere il bordo verticale interno a distanza non inferiore a 0,30 m e non superiore a 1,00 m dal ciglio del marciapiede o dal bordo esterno della banchina. Distanze inferiori, purchè il segnale non sporga sulla carreggiata, sono ammesse in caso di limitazione di spazio.

Non dice quindi che i pali della luce possono essere utilizzati come supporto.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email