La Stella Azzurra torna domani sera al PalaMale’ dopo aver conquistato il “III Memorial Ugo Rotelli” ed incontra, nella prima partita interna della stagione, i capitolini della Petriana, rinforzatisi rispetto allo scorso anno per potersi confermare ulteriormente quali protagonisti del campionato.

L’Ortoetruria non ha affrontato con il passo giusto le prime due gare che l’hanno vista opposta rispettivamente ad Aprilia ed a SMIT Roma, ma le attenuanti per la squadra di Fanciullo sono comunque molte. Intanto la frattura al gomito patita da Napolitano nella prima settimana di preparazione che ha bloccato il forte lungo biancostellato per oltre un mese, impedendogli di allenarsi fino a questa settimana.

Poi una serie numerosa di infortuni che non hanno permesso, proprio nelle ultime due settimane di pre-season, di svolgere la preparazione fisica e tecnica in palestra e sul parquet. I risultati negativi arrivati, seppure inaspettati, hanno comunque fatto subito capire che questo campionato sarà oltre che lungo, estremamente difficile, proprio in considerazione della qualità di tutte le partecipanti, ciascuna da affrontare con la massima concentrazione e con grande rispetto.

L’avversaria dei viterbesi è ben conosciuta. Protagonista assoluta lo scorso anno, ha ulteriormente migliorato il proprio roster con l’innesto di ottimi giocatori quali Gai, Diedhiou, Gori e Guagliardi, che insieme ai confermati, rendono i romani un team di grande qualità.
La Stella scenderà in campo incompleta, probabilmente ancora assente Napolitano e con l’incognita di Toselli il cui impiego si deciderà poco prima della gara. Ma i ragazzi, in attesa di poter recuperare al più presto tutti gli effettivi, vorranno comunque ripetere davanti al proprio pubblico quelle convincenti prestazioni del Memorial disputato a settembre, per giocarsi una partita le cui chiavi di lettura saranno ritmo, continuità’ e soprattutto mentalità giusta e nella quale anche il sostegno del pubblico sarà importantissimo.

Si comincia alle 18,30 sotto la direzione di Marcelli di Roma e Faro di Tivoli.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email