Quando ci si candida per rappresentare i cittadini in Consiglio Comunale si fa una scelta di vita, si sacrifica tempo al lavoro alla famiglia per servire la collettività.
Un Consiglio Comunale può durare moltissime ore e non è possibile che le problematiche personali possano essere prioritarie rispetto a quelle pubbliche.

Quando tutto ciò succede e viene a mancare il numero legale in consiglio, si compie un atto poco rispettoso non solo nei confronti della città, ma anche nei confronti dei colleghi presenti. Nessuno ci ha obbligato a candidarci, ma dal momento che si fa questa scelta bisogna essere seri e corretti fino in fondo.

Ricordate cari consiglieri che i cittadini osservano, giudicano e …..votano!

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email