Nella mattinata di ieri, domenica, diciotto ottobre, un tamponamento a catena si è verificato sulla regionale Cassia davanti all’ingresso per la locale Cantina Sociale; coinvolti nell’incidente due camper ed un furgone di media cilindrata, sulla corsia di destra nel senso di marcia verso Montefiascone.

Nello specifico il primo camper si è fermato per dare la precedenza ai veicoli provenienti in senso contrario dovendo attraversare la strada per entrare nel parcheggio dei camper realizzato nei dintorni della cantina stessa; la stessa cosa l’ha fatta il secondo camper a suo seguito; nel frattempo, a seguito, nello stesso senso di marcia, giungeva un furgone di media cilindrata con sul cassone diverse casse contenenti olive.

Il conducente di quest’ultimo, causa l’improvvisa fermata dei due camper che lo precedevano, non riusciva a frenare in modo adeguato onde fermarsi in tempo, andando così a sbattere contro il secondo camper che, a sua volta, finiva contro l’altro che lo precedeva.

I due camper hanno subito danni rilevanti, mentre il furgone tamponante, ha visto andare distrutta tutta la sua parte anteriore.

I passeggeri a bordo dei tre mezzi, non hanno riportato ferita alcuna. Prontamente sono intervenute sul posto due pattuglie dei Carabinieri che hanno provveduto a fare i rilievi tecnici del caso e disciplinare il traffico automobilistico, piuttosto sostenuto, visto che in quella zona, oltre all’ingresso alla Cantina Sociale, vi sono anche le due entrate al civico cimitero.

Ad onor di cronaca, dobbiamo rilevare che il segnale indicante l’ingresso all’area camper, anche per le sue dimenzioni, non è che sia ben visibile in quanto discretamente coperto da alcune piante che si trovano, sul marciapiedi, davanti a lui.

Una migliore e più dettagliata segnaletica, a questo punto, visto che non il primo incidente che si verifica, andrebbe migliorata, anche con l’installazione di un’altro segnale posto, sul rettilineo prima delle piante e prima dell’ingresso alla parte nuova del civico cimitero riportante anche la distanza all’ingresso del parcheggio.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email