Dopo lo stop a tutti gli eventi per l’emergenza Covid-19, a Faleria riparte la cultura e tornano in piazza i libri. Nella splendida cornice di Piazza della Collegiata, alle ore 18, di sabato 20 giugno, sarà presentato al pubblico il libro “‘O chiavino e altre storie” del regista e attore teatrale napoletano Antonio Dell’Aquila, intervistato dalla scrittrice Alessia Rocco.

Sabato 20 giugno – afferma Italo Arcuri della EMIA Edizioni – sarà un bel ritorno alla vita culturale dopo il lockdown. A Faleria daremo il via a una ripresa che “riapre” per davvero il cuore alla speranza. Seppur a distanza di un metro, torneremo a sentire l’odore della carta stampata e rilegata in libri”. “La Cultura, dopo tutti questi mesi di forzato silenzio, deve ripartire e farci sentire la sua forza formativa – afferma Nicola Rinaldi, Assessore alla Cultura del Comune di Faleria – Abbiamo bisogno di respirare Cultura a 180 gradi. Abbiamo bisogno di tornare a vivere, emozionandoci anche attraverso la Cultura“.

Sempre sabato 20 giugno, ma alle ore 11.00, andrà in scena una piccola manifestazione, nel rigoroso rispetto delle norme di distanziamento sociale, per intitolare un Belvedere del centro storico a al Professore Gaetano Messineo, archeologo, storico e cittadino onorario di Faleria, dove aveva studiato i luoghi e la figura di Ottone III.

La cultura riparte, insomma, con uno sguardo al passato e un altro al futuro.