FALERIA – Dopo aver conquistato il primo posto in Classifica nel girone di competenza, acquisendo il diritto al salto di Categoria, il Faleria Calcio vince il Titolo di Campione Provinciale di 3° Categoria nella Finalissima giocata in campo neutro Sabato 12 maggio a Soriano del Cimino contro la compagine del Castiglione Calcio.

La gara organizzata dalla Delegazione Provinciale della Lega Nazionale Calcio, guidata dal Presidente Renzo Lucarini, è terminata col punteggio di 2 – 1 in favore della squadra falisca con marcature di Capitan Febbraro e Corradi.

“Sono stato il responsabile del Calcio a Faleria per 5 anni circa qualche tempo fa e vivere in un Paese senza calcio mi pesava molto. All’inizio del mio secondo mandato da Sindaco ho appoggiato incondizionatamente il Gruppo che si è preso la Responsabilità di riportare il Football in questa Comunità. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Dopo due anni, promozione sul Campo ed una scuola calcio con oltre 60 bambini tesserati.

Con estremo piacere ho visto sugli spalti, lo scorso sabato, dei cittadini faleriani che mai avevano messo piede al Comunale di Faleria, coinvolti come non mai dallo splendido campionato giocato dalla squadra. Quasi tutti i Consiglieri Comunali erano presenti, Assessori in Primis, a testimoniare quanto lo Sport sia momento aggregativo e culturalmente educativo. Non solo Calcio, ma anche Pallavolo ed una Associazione di Danza si sono affiancate da oltre due anni, alle altre Associazioni presenti sul territorio”. Così il primo cittadino di Faleria Marco Del Vecchio in merito alla storica Promozione in II categoria della ASD Faleria guidata dal Presidente GiovanBattista Corinaldesi, forse il primo a credere nella possibilità di produrre qualcosa di buono.

“Non sono sicuro di essere più fiero della Promozione o del buon Lavoro nel Settore Giovanile per il quale ringrazio in particolar modo l’attivismo di Proietti Giuseppe – prosegue il Presidente, Nanni per gli addetti ai lavori – adesso non pesano più le giornate di agosto trascorse sotto il sole a rimettere in sesto il Campo Sportivo che era in letargo da diversi anni. Sappiate che la prima settimana di Preparazione dei ragazzi consiste nel lavorare il Campo da gioco; il Comunale di Faleria è casa nostra e nostro dovere è renderlo fruibile e migliorarlo ogni anno di più”.

“Quest’anno la nostra scommessa è stata dare una casa a oltre 60 bambini ed ai loro genitori che hanno scelto la Scuola Calcio – continua Giancarlo Brogi, figura mitologica del Calcio Faleriano, amato da oltre due generazioni di ragazzi ai quali ha insegnato il Rispetto ed i Valori dello Sport e dello stare insieme – il primo passo è stato adeguarci al Decreto Balduzzi con l’acquisto del Defibrillatore, strumento necessario per svolgere agonismo ed allenamenti in sicurezza e formare diversi dirigenti e Mister dei ragazzi al Primo Soccorso ed all’uso del Defibrillatore”.

La mai raggiunta Promozione passa soprattutto dall’Esperienza di Mister Stefano Fidanza che ha calcato con maestria i palcoscenici dei durissimi campi di Provincia. “Ho sempre creduto che i miei ragazzi fossero degli uomini in missione. Durante la stagione abbiamo avuto degli alti e bassi. Il pareggio al 97° col Ronciglione ha scosso le mie convinzioni, ma l’intensità degli allenamenti la settimana successiva e la vittoria nel Derby a casa del Magliano Romano mi hanno convinto che ce la potevamo fare”.

“Anche secondo me – aggiunge il Capitano Saverio Febbraro – il Derby col Magliano Romano vinto fuori casa ha suggellato la nostra cavalcata verso la vittoria finale. Ringrazio l’affetto che i nostri tifosi hanno saputo trasmetterci e la vicinanza delle Comunità non solo di Faleria, bensì di Calcata, Rignano Flaminio e quanto altro. Questa è la Vittoria non solo di Faleria ma di un pezzo di Territorio dove noi viviamo non solo lo Sport ma la nostra vita quotidiana con le nostre famiglie.”

“Come Società – conclude il Vice Presidente Enrico Di Carlo, detto Jose – mi sento di ringraziare la Lega Nazionale Dilettanti nella persona del Delegato Provinciale Renzo Lucarini e del Funzionario Mauro Romagnoli che ci hanno accompagnato in tutte le vicissitudini associazionistiche e nei meandri della burocrazia calcistica; senza il loro contributo nulla sarebbe stato possibile. Come tutti i Dirigenti della Prima Squadra e del Settore Giovanile, tutti coloro che hanno collaborato, nella gestione del Campo e nella cura dei particolari, dal lavaggio dei Completi di gioco alla pulizia degli Spogliatoi. Solo con la condivisione dei Doveri e la compartecipazione delle Gioie si riesce a cementare un Gruppo. Non potevamo raggiungere questo traguardo senza Franco, Giovanni, Giacomo, Luciano, Giancarlo, Daniele ed il Vice Allenatore Emiliano Marini. Mi dispiace dimenticare qualcuno. Ultima sottolineatura al nostro Dodicesimo in Campo. Gli Ultras che ci hanno supportato in casa e seguito nelle scomode trasferte. Grazie ed ancora Grazie!”.

Questa la cronaca di un risultato storico, inseguito e mai raggiunto prima. 19 partite vinte, compresa la Finalissima, 4 pareggiate e solo due perse lontano dalle mura amiche che sono rimaste inviolate negli ultimi due anni di attività; 58 reti fatte e solo 20 subite con una media inglese di + 10, numeri che spiegano l’entità del risultato raggiunto. Una gioia che speriamo di poter rivivere quanto prima.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email