Scarpetta - Sciommeri

GALLESE – “La sua lontananza dalla squadra pesava quanto quella di un calciatore. Dopo oltre due mesi di assenza, costretto al riposo forzato per un incidente stradale alla fine di agosto, il diesse Andrea Scarpetta si riprende il suo Doc Gallese.

Il direttore sportivo dei biancorossi è tornato al campo ieri pomeriggio per la ripresa degli allenamenti dopo il bel 5-1 conquistato ad Acquapendente. E Scarpetta non si poteva presentare a mani vuote. Quasi a sorpresa di tutti il dirigente del Gallese ha calato l’asso di spade, il giocatore che nelle ultime due stagioni di Prima Categoria ha dimostrato di saper sposare gli equilibri di una squadra e di un campionato.

Patrizio Sciommeri ha firmato ieri pomeriggio. Sarà lui il nuovo attaccante che andrà a rinforzare un reparto già ottimo. Con Cavalieri e Mechilli è pronto a formare quel tridente che aveva fatto stropicciare gli occhi tre anni fa alla Vi.Va in Promozione. In attesa inoltre del rientro di Domenico Ercolini e della miglior forma di Valerio Michelini.

Tanta concorrenza in un Gallese che quest’anno non vuol farsi sfuggire l’appuntamento con la Promozione, parola di Andrea Scarpetta: “Dopo 70 giorni a casa non mi potevo presentare a mani vuote. L’operazione di mercato ha due motivi: innanzitutto era svincolato e rappresentava un’opportunità prima di dicembre. La trattativa è stata lunga perchè c’erano altre squadre dietro ma il Gallese ha sempre cercato di far crescere la società grazie anche all’adempimento dei suoi doveri nei confronti dei calciatori. L’altro motivo è quello che serviva ancora qualcosa in attacco viste sia le difficoltà ad avere profondità quando giochiamo in trasferta sia anche gli infortuni che abbiamo subito di recente. Ho pensato dunque che Sciommeri fosse la pedina che ci mancava. Lui e Mechilli insieme alla ViVa in cinque mesi hanno fatto 25 reti”.

Tarquinia e Pescia Romana sono avvisate. E proprio domenica Sciommeri potrebbe fare il suo debutto nel big match contro la Corneto. Il ds Scarpetta è fiducioso: “Quelle sono decisioni che spettano il mister, lui sta bene si è allenato a parte in questi due mesi.

Normale che gli manchi il ritmo partita. Coi cinque cambi a disposizione che ci sono quest’anno uno del suo peso specifico e delle sua esperienza può essere utile e decisivo anche negli ultimi venti minuti qualora servisse”.

Ufficio Stampa Gallese 2010

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email