Avrà inizio il giorno 6 luglio 2019 l’International Event del progetto europeo BRICS – Broaden Resources In Common for Solidarity, finanziato dal Programma Europa per i Cittadini dell’Unione Europea all’Organizzazione lituana di Kelmė LAG.

Il Progetto vedrà partecipi dieci delegazioni di comuni e organizzazioni provenienti da diversi Paesi europei, quali i comuni di Kelmė (Lituania), Gallese (Italia), Deryneia (Cipro), Agia (Grecia), Strumyani (Bulgaria), e le organizzazioni di Kelmė LAG (Lituania), Balkanu Zields (Lettonia), Development Center of Vojvodina (Serbia), Associação Sójovem (Portogallo) e l’Istituto Scolastico Emiliusschool (Olanda).

Questa iniziativa, focalizzata sul futuro dell’Europa, darà la possibilità ai delegati dei suddetti Paesi europei di confrontarsi su temi riguardanti la solidarietà e l’impegno sociale, offrendo spazio allo scambio di idee, di prospettive e di punti di vista sulle differenze e le similitudini culturali in Europa.

Ci sarà spazio anche per attività e dibattiti riguardanti buone pratiche per la solidarietà in tempo di crisi e sul suo ruolo per il futuro dell’Unione Europea, durante i quali ogni delegato potrà esprimere le sue opinioni su quale Europa vorrebbero per il Futuro. Sarà dato particolare rilievo alla consultazione online che la Commissione Europea ha attivato per far partecipare direttamente i cittadini nella definizione delle politiche europee. Un questionario su desideri e raccomandazioni per il Futuro dell’Europa è disponibile online, sulla pagina Facebook e sul sito web del progetto.

Non mancheranno, poi, momenti conviviali e di fratellanza, organizzati dall’organizzazione ospitante di Kelmė LAG, il quale ha inserito nel programma interessanti visite culturali e attività tradizionali da svolgere nel tempo libero, che faranno sì che tutti i partecipanti potranno conoscere e apprezzare la cultura locale attraverso tradizioni culinarie, storiche e di danza. È prevista anche una visita al Museo della Guerra Fredda nella cittadina di Ploksciai, dopo la quale sarà stimolato un dibattito su quanto sia influente il nostro impatto alla conservazione della pace e di come ampliare il concetto di solidarietà e volontariato nei tempi di crisi europea.

Questo evento è molto importante per il Comune di Gallese, gemellato con il Comune ospitante di Kelmė. Il progetto BRICS sarà un’ottima occasione per dare impulso alle attività di cooperazione tra i due comuni e permetterà ai cittadini di incontrarsi di nuovo e rafforzare i rapporti di amicizia tra le due comunità.

Il sindaco del comune di Kelmė, Sig. Vaclovas Andrulis, ha dichiarato: “L’obiettivo di BRICS è quello di dimostrare che gli europei sono una grande famiglia solidale e piena di iniziative volte al futuro dell’Unione. La cooperazione è il primo passo fondamentale per garantire il benessere di ogni cittadino nell’Unione Europea. Per questo motivo sono contento che il nostro comune collabori con l’Organizzazione Kelmė LAG, Applicant del Progetto BRICS. In questo modo anche l’intera cittadinanza della nostra Municipalità può partecipare in modo attivo a questa bella esperienza che l’Europa ci offre.

Ha concluso, poi, la Sig.ra Lina Urbelyte, Presidente dell’Organizzazione Kelmė LAG, augurando a tutti un piacevole soggiorno nella municipalità di Kelmė:

A nome della nostra Associazione, del Comune e di tutta la cittadinanza voglio augurare a tutte le delegazioni partecipanti al Progetto BRICS una buona permanenza nella nostra cittadina. Sono sicura che sarà un’esperienza speciale sia per il nostro comune che per i nostri ospiti. Infine, sono certa che sarà un’iniziativa positiva anche per i cittadini di Kelmė, che si sentiranno pienamente cittadini d’Europa.

Il sindaco di Gallese, Danilo Piersanti, che guiderà la delegazione italiana in Lituania ha aggiunto: “L’amicizia tra i comuni di Gallese e Kelmė negli ultimi anni si è rafforzata sempre di più, dimostrando quanto sia fondamentale la solidarietà tra gli Stati Membri anche a livello di comunità locali. Lo scambio in atto grazie al gemellaggio ha finora prodotto notevoli risultati, soprattutto in campo culturale, con la continua valorizzazione della figura di Marco Scacchi, musicista e compositore barocco nativo di Gallese ma attivo presso la corte della Confederazione Polacco-Lituana alla metà del 1600. BRICS costituisce il continuum del rapporto di scambio di idee, progetti e buone prassi riguardanti il sociale, l’impegno civico, il policy-making europeo, che il Comune di Gallese conduce assieme a Kelmė in un network europeo sempre più ampio. Sono fiero di rappresentare il mio Comune in questa occasione e spero che i nostri fratelli Lituani possano visitarci presto a Gallese”.

Commenta con il tuo account Facebook