La Comunità parrocchiale di Gallese e la Confraternita di San Famiano hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa della Conferenza episcopale italiana, “La Notte dei Santuari”.

Sarà una magnifica occasione per focalizzare, ancora una volta, l’attenzione di fedeli, pellegrini e turisti, sulla Basilica di San Famiano, a Gallese, dove si conserva, da oltre otto secoli, il corpo incorrotto del Santo protettore della cittadina.

L’iniziativa, realizzata quest’anno per la prima volta, nella notte tra il 1° ed 2 giugno, vuole “accendere una luce sul forte valore simbolico che i Santuari hanno per la Comunità cristiana e per l’umanità tutta” (Linee guida dell’iniziativa).

“La Notte dei Santuari intende dare alla Chiesa locale la possibilità di vivere il Santuario come laboratorio di pastorale integrata e al territorio di riscoprire l’identità e l’appartenenza. Il Santuario, in questa notte, sarà vissuto come luogo dove la persona può essere raggiunta dalla parola che invita al discernimento e chiama alla testimonianza e alla missione” (Linee guida dell’iniziativa).

Da sempre la bellissima chiesa romanica di Gallese è meta di numerosi pellegrinaggi, in particola modo lungo il “Cammino della Luce”, da Assisi a Roma e rappresenta un luogo di forte attrattiva spirituale e culturale, nonché di grande aggregazione comunitaria, per questo è stato del tutto naturale abbracciare tale iniziativa così aderente alla funzione da sempre svolta dal nostro Santuario.

Un primo programma di massima è stato già preparato e se ne stanno curando i particolari per la realizzazione ed, anche se il tempo non è molto, il riscontro entusiasta che la proposta ha ricevuto, consentirà certo di predisporre tutto al meglio.

Anche l’Amministrazione comunale di Gallese ha aderito convinta all’iniziativa.