Si è terrà a Gradoli dal 4 all’8 marzo 2019 un Incontro Internazionale organizzato all’interno del Progetto FABRIC4S – Facilitate And Broaden Resources In Common for Solidarity, finanziato dal Programma Europa per i Cittadini dell’Unione Europea.
Il Comune di Gradoli è capofila di una partnership composta da un altro comune della Provincia di Viterbo, Gallese, e dai comuni di Deryneia (Cipro), Agia (Grecia), Jevišovice (Rep. Ceca), Panevėžys e Kelmė (Lituania), Săcălășeni (Romania), Lordelo (Portogallo) e Gesztely (Ungheria).

I cinque giorni dell’evento coinvolgeranno i delegati internazionali e la cittadinanza locale in attività volte a discutere temi rilevanti a livello europeo e a favorire lo scambio di buone pratiche e progetti nel campo del sociale. Come indicato infatti dallo stesso titolo, il Progetto FABRIC4S si pone come obiettivo primario quello di favorire la collaborazione internazionale e la messa in rete delle skills sviluppate dalle piccole comunità europee, stimolando la partecipazione civica e la conoscenza, da parte dei cittadini, delle modalità di funzionamento dell’Unione Europea.

Accanto a queste attività teoriche saranno inoltre realizzate attività pratiche che permetteranno ai delegati internazionali di conoscere la storia e la tradizione locale. Gli ospiti prenderanno parte, il 6 marzo, al tipico Pranzo del Purgatorio, che si tiene a Gradoli ogni mercoledì delle ceneri e che rappresenta uno dei momenti più tipici di coinvolgimento sociale nella piccola comunità del viterbese. Non mancheranno poi visite guidate al patrimonio culturale locale, con lo splendido palazzo Farnese e il lago, e alle vicine attrazioni di Pitigliano e Orvieto.

“Il Progetto FABRIC4S è nato dalla forte volontà dell’Amministrazione Comunale di creare per la cittadinanza gradolese un’occasione di crescita e di miglioramento” Ha dichiarato il sindaco Luigi Buzi “Partecipare ad una iniziativa a livello Europeo permette infatti non solo di promuovere il nostro territorio oltre i confini nazionali, ma offre alla nostra comunità l’opportunità per conoscere altre realtà europee, scambiando esperienze e conoscenze in un campo importante come quello della solidarietà e dell’impegno civico, che è da sempre un fiore all’occhiello del nostro Comune”.