Graffignano

E’ sotto gli occhi di tutti l’attuale situazione di emergenza derivante dalla diffusione del virus COVID-19 (noto come coronavirus) che sta accomunando non solo l’Italia, ma anche l’Europa e l’intero globo.

A dire il vero, non è corretto parlare di “situazione Europea” o “andamento italiano” perché questo fenomeno si manifesta con statistiche che hanno andamento temporale diverso in ogni parte della nostra penisola. In particolare, venendo a questioni più vicine alla zona viterbese, ed in particolare del nostro comune di Graffignano, riteniamo che il VERO IMPEGNO CIVICO SERIO SIA NECESSARIO ORA, MOLTO PIÙ CHE NEI GIORNI PASSATI. E’ adesso infatti che, cominciandosi a registrare i primi casi di positività al virus, le attività di supporto SANITARIO ed ECONOMICO per il nostro tessuto sociale DEVONO ESSERE SALVAGUARDATI e PROGRAMMATE con intelligenza per evitare situazioni di ben più grave disagio che sarebbero gestite con ancor minore efficienza dall’attuale “giovane” amministrazione comunale di Graffignano.

Sulla base della premessa sopra riportata, riformuliamo in questa sede una serie di misure concrete che, in qualità di consiglieri di minoranza, abbiamo più volte sottoposto – e formalizzato nelle sedi opportune – alla maggioranza al fine di dare un deciso supporto della reale emergenza SANITARIA ed ECONOMICA per i nostri concittadini.

  1. Abbiamo richiesto con urgenza di attivare una convenzione tra gli esercizi commerciali di entrambe le comunità di Graffignano e Sipicciano e Comune, il quale si faccia carico di garantire supporto economico a famiglie aventi necessità di acquisto di beni di prima necessità;
  2. Abbiamo richiesto di potenziare le funzionalità e la gestione del centro operativo comunale per valutazione dell’evolversi della situazione di emergenza in coordinamento con le organizzazioni di Protezione Civile nazionale e locale; laddove sia necessario, abbiamo richiesto di attivare una task force al fine di garantire a tutte le famiglie il supporto sanitario e la protezione necessari
  3. Nell’intento di dare un segno concreto di intervento attivo e che possa generare proseliti, devolveremo i nostri gettoni di presenza in favore di un supporto del centro di protezione civile
  4. Abbiamo richiesto, non appena avviate le misure urgenti sopra riportate, la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario ed urgente al fine di poter contribuire a maggiore supporto sul monitoraggio operativo dei punti sopra riportati (e.g. DPCM per stanziamento sul fondo di solidarietà dei comuni)