Nel presepe vivente di Graffignano, paese della Tuscia Viterbese, Gesù è una bambina. Linda, batuffolo di dolcezza di quattro mesi, sarà la protagonista della rappresentazione sacra che prenderà vita i giorni 26 dicembre e 6 gennaio 2023 per iniziativa del Comitato San Martino vescovo. La mamma Gioia interpreterà Maria e Iacopo sarà Giuseppe.

Con loro altri 80 figuranti nelle vie dell’antico borgo all’ombra del Castello Baglioni scelto da Pupi Avati per girare il film Dante. Il fabbro con la sua fucina, il pastore, i giovani della locanda tutti impegnati a dar vita alle loro attività così da rendere il presepe interattivo con i visitatori che li vedranno all ‘opera. Il sacro tra i vicoli del borgo mentre il Castello Baglioni, grazie all’opera dell’associazione tutta al femminile delle Filo..Sofie, si trasforma nella casa di Babbo Natale tra giochi di luce e magie di colori dove i più piccoli potranno incontrare il vecchio vestito di rosso con la barba bianca. Cioccolata calda e zucchero filato con la mascotte Olaf per tutti.

Articolo precedentePubblicate dalla FIDAL le graduatorie 2022, i primati e gli All Time assoluti
Articolo successivoProvincia, Romoli: “L’Interporto di Orte è il maggiore snodo logistico del Centro Italia, fondamentale rimanere all’interno della società”