Buon successo del Presepe Vivente che si è svolto tra i vicoli del centro storico il 26 dicembre 2019 e il 5 gennaio 2020.

“Siamo molto soddisfatti – dicono gli organizzatori – della partecipazione di molte persone che hanno apprezzato il nostro lavoro svolto lasciando commenti positivi sul Presepe, senza pensare che a pochi chilometri si stessero svolgendo altri Presepi molto più importanti del nostro che ha solo due anni di vita.”

Il borgo di Grotte di Castro – osserva Maurizio Di Giovancarlo – è già un Presepe per se stesso, i vicoli s’intrecciano terminando i piazzette e scorci unici nel suo genere.

“Quello che abbiano proposto in questa edizione è una sorta di mercato che iniziava dalle Casacce, un piccolo borgo nel borgo, con il suono dei zampognari di Bagnoregio e dove erano posti le primizie di frutta e verdura, i pastori con gli animali, il canestraio, il macellaio per poi scendere nel vicolo dei lebbrosi per arrivare alla Ruga per trovare il fornaio, i dolci, le donne che lavorano la lana ed il palazzo di Erode con una bella scena recitata e tanti bambini che hanno animato la via. Il percorso di questa seconda edizione terminava a Piazza Conca con la Natività composta da una vera famiglia con mamma papà e la piccola Sofia, i Re Magi ed altri personaggi del mercato e dei lavori come il fabbro e il falegname. Il nostro Presepe – continuano a dire gli organizzatori – è in fase evolutiva e se ci sono state delle imprecisioni, queste saranno corrette con le prossime edizioni alle quali invitiamo tutti giovani e meno giovani di Grotte di Castro a partecipare come organizzatori o come figuranti.”

All’attuale Presepe, oltre ad un gruppo di appassionati ha collaborato Tuscia Fotografia il Comune e i Commercianti della cittadina dell’alta Tuscia che già hanno piantato le basi per il prossimo Presepe Vivente con l’auspicio che sia destinata qualche risorsa in più per creare la caratteristica a questo bellissimo evento e perché possa attrarre altro nuovo pubblico e far conoscere meglio il borgo di Grotte di Castro.