«A distanza di quasi due anni dalle celebrazioni per il centenario della nascita di Frei Nazareno Confaloni, nato a Grotte di Castro, che si sono concluse nell’aprile 2018 con la grande mostra internazionale presso il Centro Culturale Oscar Niemeyer, lo Stato del Goias in Brasile continua a ricordare questo missionario ed artista che tanto ha fatto sotto il profilo umanitario per la popolazione povera del Sud America e per l’impronta artistica che ha dato alla pittura del Planato Centrale, tanto da essere considerato il precursore del modernismo brasiliano.

A seguito della delibera del sindaco di Goiania, Iris Rezende Machado, – scrive Aldo Quadrani – sono iniziati i lavori di restauro dell’antica stazione ferroviaria della capitale, dove troneggiano due grandi affreschi realizzati dal Confaloni e che diverrà il museo delle opere del Frei, notizia ampiamente riportata dai maggiori giornali della città.

È di questi giorni poi la pubblicazione avvenuta il 12 dicembre del catalogo generale della mostra internazionale “ABC Confaloni” realizzata dal critico d’arte e biografo del Frei Px Silveira jr, considerato il maggior esperto dell’arte moderna brasiliana.

La dott.ssa Jacqueline Siqueira Vigario, laureata nel 2017 in Storia con una tesi di dottorato su Nazareno Confaloni, ha vinto il primo premio, nell’ottobre di quest’anno, con un articolo inedito intitolato “Metafore del profano nell’estetica sacra di Frei Confaloni” nell’ambito della Conferenza Biennale di Storia dell’Arte del Comitato Brasiliano di Storia dell’Arte.

L’apertura del nuovo museo è prevista per la primavera del 2019 e raccoglierà molti dei lavori dell’artista che furono realizzati tra il 1950, data del suo trasferimento come missionario in Brasile, sino al 1977 quando ritornò nella casa del Signore.

Come avvenne in occasione del centenario della nascita, sono previste grandi cerimonie a ricordo per questo Personaggio che tanto ha dato a questa sua seconda Patria come testimoniato dal Parlamento del Goias che, riunito in seduta straordinaria il 7 dicembre 2017, gli concesse un attestato di riconoscimento alla memoria per “pelacontribuicao com o segmento, relevancia profissional e empenho em prol das formas sustentaveisde se tratar a arquitetura e em reconhecimento aos relevantes servicos prestados ao Estado de Goias”.

La città di Grotte di Castro, città nativa della famiglia, non dimentica di questo suo figlio ha già intitolato il parco comunale a “Frei Nazareno Confaloni” ed ha pubblicato in italiano il libro biografico di Px Silveira “Conhecer Confaloni”, annoverando tra i suoi cittadini emeriti questo missionario e artista la cui fama non ha più confini».

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email