Studenti in festa al Parco Naturalistico Archeologico di Vulci l’11 maggio  per “Giovani e Colori”, la manifestazione organizzata all’interno del progetto “SOStenibile – La crisi  è l’occasione” nato dalla collaborazione tra Juppiter APS giovanile e il comune di Montalto e  realizzato grazie a Enel.

Il cielo terso sopra le rovine del parco e un sole splendente hanno fatto da  cornice ai più di mille ragazzi che sono arrivati con i loro striscioni colorati nei quali hanno scritto e  pitturato slogan originali per l’ambiente.

Gli allievi, di età compresa tra i 3 e i 19 anni degli istituti  Comprensivi Montalto di Castro (anche dalla sede di Pescia Romana), Pietro Aldi di Capalbio,  Ildovaldo Ridolfi di Tuscania e dall’IISS Cardarelli di Tarquinia, hanno esibito gli striscioni e i lavori  preparati precedentemente in classe partecipando al concorso indetto da Juppiter, che ha  decretato il lavoro della 4 A della scuola primaria di Montalto di Castro vincitore della sfida.

Gli  autori dello striscione più votato hanno ricevuto in premio un albero di ulivo da piantare nel  giardino della scuola, simbolo di pace e di unità.

“Voglio ringraziare l’associazione Juppiter per il  supporto che ci ha dato nell’organizzare l’evento – ha dichiarato Alessandro Fiordomi presidente  della Fondazione Vulci, presente alla manifestazione – Il Parco di Vulci è un’area da vivere e  sicuramente non esiste nulla di più vivo dei ragazzi delle scuole”. Musica, danze, colori hanno poi  permesso di rendere la mattinata divertente per tutti. “La cultura è vita e mai come oggi il Parco  esplode di allegria – ha spiegato Sergio Caci, primo cittadino di Montalto di Castro – Un parco  generalmente frequentato da turisti, ricercatori e archeologi, oggi invece ospita mille ragazzi. E’  importante approfondire e invogliare i nostri piccoli cittadini ad interessarsi alla storia”.

Presente alla manifestazione anche il vice sindaco e Assessore all’ambiente Luca Benni che ha premiato insieme a Caci la classe vincitrice il concorso. “Vedere tutti questi ragazzi insieme, dopo tanto tempo, mi riempie di gioia- ha detto Luca Benni, vice Sindaco e Assessore all’ambiente del Comune di Montalto.

L’impegno nei confronti dell’ambiente deve essere incentivato e motivato soprattutto tra le nuove generazioni, affinché capiscano importanza e la necessità di invertire la rotta”. Soddisfazione da parte del presidente di Juppiter, Salvatore Regoli, che ha concluso:

“Una festa all’aria aperta, in uno scenario meraviglioso che forse non tutti i ragazzi presenti qui  oggi avevano già visto. Perché è tempo di tornare a prenderci cura dei nostri giovani attraverso la  cura per la Terra, per le tradizioni, per la storia ricchissima che caratterizza il nostro territorio. Grazie alle scuole e soprattutto all’Istituto Comprensivo  di Montalto di Castro – ha proseguito Regoli – e al Comune, che hanno creduto così tanto in questo  progetto, dando la possibilità a tantissimi giovani  di prendere parte alle varie iniziative che  abbiamo proposto, realizzate grazie a Enel”.