«Che le mattonelle continuino a rompersi di continuo, e che visto che ormai è finito anche Agosto, quindi, sempre che Dio c’è la mandi buona, per l’ Amministrazione non è più necessario sostituirle e tantomeno rimuovere le ceramiche taglienti, lo sapevamo, anche se continuiamo a non gradirlo ed a lamentarlo a gran voce; lo stesso vale per quella fontana che resta spenta da più di tre anni; ma dove è la macchina comperata per pulire il marciapiede del lungomare Harmine, perché non passa più?».
Così denuncia Quinto Mazzoni, Segretario del Circolo PD di Montalto di Castro e Pescia Romana, l’incuria a Marina di Montalto.
«Sporco a terra, sporco sui muretti, dove non ci si può sedere a prendere un po’ di fresco durante una passeggiata, muretti che, in alcuni punti, hanno perso il rivestimento(saltato come le mattonelle della pavimentazione) ed in altri hanno la copertina di marmo sbeccata e frantumata con il rischio che qualche bambino ci si faccia male sul serio, oltre che essere un’indecenza per gli occhi.
Tuttavia -continua Mazzoni – non è finita qui, perché l’asfalto del lungomare, così come di quasi tutte le altre strade della Marina, presenta così tanti rialzamenti del manto ed altrettante buche e crepe da sembrare una strada di campagna disconnessa e logorata dal maltempo.
Lo stesso degrado si può notare anche su via Arbea, dove la copertina dei muretti che costeggiano la pineta è staccata ed appoggiata ovunque, a terra su altre parti di muretto, nelle aiule, senza un minimo di accortezza.
Le cose, poi, non migliorano se vogliamo percorrere la ciclabile di via del Palombaro, dove è esploso un tratto della stessa, creando un innalzamento del manto stradale con tanto di cratere interno, ed a nulla serve uscire dalla pista per saltare quel tratto, perché sia la carreggiata che il marciapiede adiacenti presentano lo stesso inconveniente.
La nostra Marina di Montalto non sembra più un posto turistico, non è curata e tantomeno accogliente. L’Amministrazione Caci, intenta a preoccuparsi di apparenze, ha dimenticato la nostra più grande risorsa, ha dimenticato che a Montalto abbiamo il mare!
È una vergogna spendere centinaia di migliaia di di euro  per gli eventi dell’ estate se poi i luoghi dove si svolgono hanno un aspetto pessimo e presentano un degrado imbarazzante per tutti: amministrazione immobile, cittadini indignati e turisti delusi.
E mentre continuiamo ad accogliere il malcontento di cittadini ed ospiti del nostro territorio, amareggiati e disillusi, Sindaco Caci, continuiamo a chiederle di agire dove i suoi occhi non vedono o fanno finta di non vedere, nella ormai quasi vana speranza di un suo intervento.
#andateavanti?».
Commenta con il tuo account Facebook