Con la cerimonia di consegna degli Attestati PON (Programma Operativo Nazionale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) di lunedì 24 giugno, presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo Statale di Montalto di Castro,  si è concluso  il Progetto “KEY COMPETENCES FOR LIFELONG LEARNERS” finanziato dai Fondi Strutturali Europei.

Il progetto, che ha coinvolto  le classi quarte della scuola primaria A. Morelli di Montalto di Castro e le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto, presentato dalle insegnanti Cinzia Bocci, Stella Franceschini e Mariella Olivieri, – commenta Assunta Olimpieri, Docente I.C.S Montalto di Castro –  è stato un vero successo, sia per la partecipazione costante, attiva ed entusiasta degli alunni, sia per i risultati raggiunti. Gli ingredienti che hanno contribuito a questo successo sono stati sicuramente l’approccio ludico ed operativo dei percorsi, nonché la professionalità degli esperti che hanno tenuto le lezioni. Il problem solving è stato alla base di ogni  singolo modulo educativo-didattico, per promuovere un apprendimento efficace, significativo e duraturo: grazie ad  una didattica della scoperta e dell’esplorazione, interattiva e laboratoriale, sono state poste le basi per  sviluppare e potenziare le competenze nelle abilità fondamentali della comunicazione, dell’ascolto e della conversazione in lingua inglese, del calcolo e del pensiero computazionale in matematica, e nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC).

La cerimonia è iniziata con la con la consegna degli attestati agli alunni della scuola primaria: dopo una sintetica descrizione dell’esperienza appena conclusa da parte del Dirigente Scolastico Grazia Olimpieri,  delle docenti e degli esperti, un breve ma significativo video ha illustrato alcuni momenti salienti dei percorsi, da cui si è evinta ancora la dimensione laboratoriale e collaborativa del progetto.

In riferimento al modulo “Yes I can, young learners growing up!” le lezioni, tenute interamente in lingua inglese, hanno privilegiato un approccio comunicativo basato sul listening e sullo speaking, attraverso metodologie e strategie didattiche cooperative, come il “group work”, il “pair work”, il “role play”, il “TPR” e lo “Storytelling”, che stimolano l’interazione funzionale e il coinvolgimento affettivo degli alunni. Le attività in aula hanno sfruttato le potenzialità interattive della LIM, mentre quelle in palestra hanno privilegiato il movimento e favorito il gioco di squadra. Proprio in questo contesto, i bambini, con un’attività di coding, hanno realizzato la Union Jack con bicchieri di plastica colorata.

Il modulo “Programmiamo il futuro” , basato sulla tecnologia digitale con l’utilizzo di piattaforme on-line (code.org), ha proposto percorsi con difficoltà crescente,  in cui il mezzo tecnologico è stato usato in modo attivo e consapevole: i bambini hanno appreso i principali concetti del linguaggio di programmazione e  imparato a dialogare con il computer, impartendo alla macchina comandi in modo semplice e intuitivo. Hanno programmato un simpatico Blue Bot, un robottino a forma di ape controllato tramite tablet grazie alla connessione bluetooth e con i Lego, dei piccoli congegni attivati grazie ai codici della programmazione informatica; hanno familiarizzato con la “pixel art” inizialmente con il supporto cartaceo poi con il software on-line Zaplycode e realizzato l’Albero dei  Pyssla, piccoli cilindri colorati che inseriti sui pioli di un telaio rigido compongono una creazione colorata e fantasiosa.

E’ stata poi la volta dei ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Nell’ambito dei moduli “Successful English for successful Learners”gli alunni delle classi seconde di Montalto si sono cimentati con lo studio di un argomento scientifico in modalità CLIL “Il sistema solare” ed allenati con attività di Listening e Speaking, attività ludiche come canti, indovinelli… sempre attraverso una modalità interattiva e partecipativa; gli alunni delle classi seconde di Pescia Romana, invece, hanno approfondito la conoscenza della lingua inglese al fine di incrementare le competenze comunicative, mediante l’ausilio di un libro “Cambridge farm for movers 2” e sostenuto gli esami “Movers”, uno dei test di certificazione Cambridge English.

Mancavano all’appello gli studenti delle classi terze, impegnati a sostenere la prova orale degli esami di Stato. Tali studenti, che hanno frequentato i corsi relativi ai moduli “Matematicamente” hanno ricevuto gli attestati il 27 giugno. Ancora problem solving, didattica laboratoriale, attività di coding ed uso di strumenti digitali per lo sviluppo del pensiero computazionale e per consolidare e potenziare le competenze matematiche di base degli alunni.

Il successo dell’intero progetto è stato garantito anche dalla fattiva e proficua partecipazione dell’Amministrazione Comunale e dell’associazione dei genitori “La combriccola dei pargoli”, sempre attenti e pronti ad accogliere le richieste della scuola e a collaborare con essa. Come ha detto il sindaco Sergio Caci, presente all’incontro, “è fondamentale investire tante risorse per formare adulti preparati, educati, competenti, in grado di vivere nella società moderna”. Anche il Consigliere delegato alla Pubblica Istruzione Emanuela Socciarelli ha espresso la sua soddisfazione per la qualità del Progetto, sottolineandone l’aspetto inclusivo e ricordando la sensibilità che il nostro istituto ha sempre dimostrato e continua a dimostrare nei confronti dei  ragazzi con bisogni educativi speciali. Infatti, le strategie e metodologie didattiche come il cooperative learning, il peer to peer e il peer tutoring adottate nell’organizzazione delle attività, hanno permesso di valorizzare le capacità personali e consentito a ciascuno di agire secondo le proprie possibilità, trasformando i punti deboli in potenzialità. Il presidente Tania Mecoli e il vicepresidente Angela Valiserra dell’associazione “La combriccola dei pargoli”, hanno evidenziato l’aspetto inclusivo del Progetto nonché la sua attualità, che soddisfa l’esigenza di introdurre e preparare gli allievi ad un mondo estremamente “digitalizzato e connesso”, veicolato dalla lingua inglese, ormai lingua internazionale e requisito imprescindibile per inserirsi nel mondo del lavoro e per essere cittadini del mondo, di una comunità globale e multietnica  senza più frontiere. Sono questi i motivi che hanno spinto e continuano a spingere l’amministrazione comunale e le associazioni territoriali a rinnovare la disponibilità alla collaborazione con la nostra istituzione scolastica e ad investire tempo e risorse nell’educazione dei “futuri cittadini del mondo”, come ribadito nell’incontro odierno.

Mille volte grazie, allora, a tutti coloro che a vario titolo concorrono al delicato compito della “formazione e dell’istruzione”; ai genitori che hanno creduto in questo innovativo progetto, consentendo ai loro ragazzi di frequentare le lezioni, e che sono stati presenti alla cerimonia di consegna degli attestati; ma un grazie speciale lo meritano i ragazzi che con serietà, diligenza ed interesse,  hanno partecipato e risposto positivamente a tutte le proposte operative, mostrando di apprezzare questo nuovo modo di apprendere che, come ci hanno raccontato li ha affascinati e divertiti!

 

 

GRUPPO DI LAVORO SCUOLA PRIMARIA. Docenti: Cinzia Bocci, Stella Franceschini, Elizabeth Papperini, Francesca Radicetti, Enza Alfieri, Mara Bonaventura. Esperto Coding: Letizia Ciambella. Esperto Lingua Inglese: Maria Enrica Morettini.

GRUPPO DI LAVORO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Docenti: Mariella Olivieri, Daniele Costantini, Marcello Rovai, Federico Pelosi, Jiulia Jasiulewich, Francesca Romana Quagliarotti. Esperti Matematicamente: Anna Maria Meassi, Benedetta Tosoni, Sabrina Alessandrelli. Esperti Lingua Inglese: Raman Ganeshan e Francesca Taverna.

Commenta con il tuo account Facebook