MONTALTO DI CASTRO – A proporlo è il consigliere di opposizione, Quinto Mazzoni, come una delle tante misure da mettere in campo per risollevare gli esercizi commerciali, soprattutto quelli legati al settore turistico, ma non solo, messi in ginocchio dal covid-19.

Molte attività, in questi mesi di emergenza sanitaria, sono state costrette ad abbassare le saracinesche  e, al loro mancato guadagno si sommano le spese fisse, come affitti, mutui o prestiti, merce invenduta,utenze,…
A Montalto ed a Pescia non ci sono industrie, che favoriscono una possibilità di lavoro, per i più, durante l’intero arco annuale. Tantomeno esistono i tanti posti lavoro che erano stati promessi in campagna elettorale, ad esempio, quelli previsti per lo smantellamento della centrale Enel. Anche il settore archeologico non fornisce un introito tale da creare un circuito economico consistente ad esso legato. L’agricoltura è un altro settore che risente di questa crisi da Coronavirus, non essendo cospicue le richieste dei prodotti agricoli di cui vantiamo l’eccellenza, come l’asparago o il melone. Alberghi e agriturismi, infine, si sono visti annullare le prenotazioni già fatte.
Il nostro Comune, costiero vive del turismo primaverile-estivo e, quest’anno, si prevedono tempi neri, in relazione ad un introito proveniente da questo settore. Infatti, non solo, a seguito della pandemia, si immaginano numeri di turisti significativamente inferiori  (si pensi che in tutta Italia si prevedono 20 milioni in meno solo di tedeschi), ma anche le disposizioni imposte ai locali, tra i quali la distanza di sicurezza, costringono molti esercizi a considerare l’ipotesi di rimanere chiusi.
Per questi motivi chi amministra, e chi amministrerà in un futuro prossimo, dato che non ne usciremo a breve, né dal covod-19 né dai suoi effetti, dovrebbe rilasciare ad uso gratuito il suolo pubblico a tutti gli esercizi commerciali che ne faranno richiesta. Una tale azione potrà sopperire, almeno in piccola parte, alle perdite che deriverebbero da un numero inferiore di coperti giornalieri. Altre misure sono allo studio. Invitiamo chiunque avesse proposte, suggerimenti, o volesse, ancor meglio, collaborare per rilanciare il nostro paese di contattarci privatamente o anche sulla nostra pagina. Insieme ci risolleveremo.