Dopo i due spettacoli “Iliade” e “La Pace”, che hanno riscosso un grande successo di pubblico, Teatro Studio torna domenica 11 agosto, alle ore 18, al parco di Vulci con “Migrazioni”: storie di donne, uomini e destini. Liberamente tratto da “L’ultimo viaggio di Sindbad” di Erri De Luca con inserti da Agammennone di Eschilo Le Troiane e Medea di Euripide, lo spettacolo “Migrazioni” racconta storie antiche ed echi di cronaca per non dimenticare le vittime della migrazione clandestina. Cosa a volte si celi dietro a queste vite e a questo andare, lo lasciamo trapelare dai racconti di guerre, marinai e regine, racconti senza tempo che presi in brevi attimi risuonano al presente.

La performance si sviluppa secondo uno schema non convenzionale e rinuncia alla struttura drammaturgica servendosene soltanto sottotraccia. Sei attori, tre donne e tre uomini, un musicista, una guida, “viaggiano” lo spazio di rappresentazione insieme al pubblico e raccontano, ognuno la propria storia.

Un capitano di vascello che accoglie clandestini; Clitemnestra e Ifigenia sacrificata alle vele della flotta Achea; Ecuba, la guerra i lutti e la schiavitù oltre il suo mare; Elena, la vittima contesa; Ionà, che si offre alle onde per placarle; Medea straniera e reietta nella patria del marito; Polidoro, illacrimato, insepolto tra gli insepolti.

 

Appuntamento presso la biglietteria del Parco

Biglietto unico € 10.00 – gratuito minori di 14 anni

Informazioni 0766 870115 – 0766 870179

Commenta con il tuo account Facebook