Doppia sconfitta con una buona reazione nella seconda

Non era questa la domenica dove cercare le vittorie per confermare la prestazione contro il Grosseto; troppo grande la differenza di valore tecnico tra le formazioni; la trasferta del WiPlanet a Nettuno finisce con due sconfitte facilmente pronosticabili, forse troppo amara per il punteggio della prima, 31 a 0, mentre più digeribile è il 9 a 1 della seconda.

Certamente l’assenza contemporanea della guida tecnica sia di Salgado che di Carletti ha inciso sulla capacità di reazione della squadra, nella prima partita subito sotto 7 a 0 al primo inning, per un’incerta partenza del lanciatore Matteo Carletti (1 RL, 5 BV, 2 B) e la bravura dei battitori avversari.

Matteo al 2° inning era rilevato dal fratello Michele (2 RL, 9 BV, 3 B), a sua volta sostituito dal sempre generoso Francesco Vaglio, senza che il risultato cambiasse: il punteggio è schizzato sul 16 a 0, con il lanciatore nettunese Pizziconi (5 RL, 1 BV, 1 B, 7 K), nel 2019 campione d’Italia e d’Europa con la Fortitudo Bologna, che non aveva difficoltà a controllare le mazze giallo-verdi.

La partita si è incanalata senza alternative possibili fino al 31 a 0 finale, con le mazze nettunesi che hanno battuto ben 26 valide, con sei doppi, un triplo e due fuoricampo, contro l’unica valida giallo-verde, di Mirko Passa.

Nella seconda il lanciatore partente Andretta (5 RL, 6 BV, 4 B, 6 K) teneva bene a freno le mazze del Nettuno (2 valide concesse nei primi 4 innings, con 4 strike-out), mentre quelle del WiPlanet iniziavano ad incontrare i lanci del partente avversario, il nicaraguense Gonzales (6 RL, 4 BV, 8 K), con Matteo Carletti autore di un doppio sulla recinzione che portava a punto Mirko Passa.

La partita è stata in equilibrio fino al 5° inning, quando, approfittando anche di qualche incertezza difensiva, il Nettuno si portava sul 7 a 1, frenando i tentativi di rimonta del WiPlanet. La situazione non cambiava anche con il rilievo di Morese (3 RL, 3 BV, 1 B, 1 K), autore comunque di una buona prestazione.

Nonostante le sconfitte, sono le prestazioni dei lanciatori a far ben sperare per il proseguo del campionato, insieme alle 2 valide di Baldazzi. Hanno battuto valido anche Testa, Matteo Carletti, Passa e Perez.

Troppi invece appaiono i 7 errori difensivi nelle due partite, che bisognerà cercare di limitare nel futuro.

Fra i nettunesi, stratosferiche le prestazioni in battuta di Sellaroli (7 su 10 con un triplo) e del franco-dominicano Soriano (6 su 10 con 2 doppi ed un fuoricampo).

Nel girone D conferma del primo posto in classifica del Paternò con un’ottima doppia vittoria esterna a Grosseto, in due partite decise dai rilievi: nella prima, con Oberto sul monte, il punteggio era di 2 pari al settimo inning, quando i siciliani dilagavano segnando 9 punti sul rilievo Bulfone, cosa che si è ripetuta nella seconda, 1 pari fino all’ottavo, per poi fissarsi sul 5 a 2.

Negli altri gironi, solo il Longbridge Bologna è a punteggio pieno nel girone C, mentre Bollate e Castelfranco veneto guidano i gironi A e B con una sconfitta.

 

SERIE A2 BASEBALL – GIRONE D -RISULTATI DEL 26 LUGLIO
Squadra di casa Squadra ospite 1° incontro 2° incontro
Nettuno 1945 WiPlanet Montefiascone 31 0 9 1
Jolly Roger Grosseto Red Sox Paternò 2 15 2 5
Rip. Lancers Lastra a Signa            

 

CLASSIFICA SERIE A2 – GIRONE D al 26 luglio
Squadra PG PV %
Red Sox Paternò 6 5 833
Nettuno 1945 4 3 750
Jolly Roger Grosseto 6 3 500
WiPlanet Montefiascone 4 1 250
Lancers Lastra a Signa 4 0 0