MONTEFIASCONE – Le festività Natalizie sono ormai alle porte; pochi i giorni che si separano dalle feste religiose e civile che caratterizzano la fine del mese di Dicembre, ultimo mese dell’anno che ormai volge al tramonto. Nella città vulsinea molti gli addobbi per le Festività Natalizie che si possono ammirare sia per alcune pubbliche vie che nei giardini dei privati cittadini.

Le luminarie, fanno sfoggio di se stesse; la molteplicità delle loro forme arricchite dallo scintillio delle piccole lampadine, dai più svariati colori, danno un senso di festa che ben si addice al Santo Natale, festa di luce; alla Fine dell’Anno festa, unica nel suo genere, quando tramonto ed aurora sono concentrati nello stesso minuto; all’Epifania, festa dei doni, quindi gioia per i bambini.

Nella città di Montefiascone, l’albero su piazzale Roma, ricavato, come ogni anno, da un grande lampione illuminato, è unico nella sua forma; una novità che, da una parte, suscita tante critiche e perplessità poiché esce dal concetto di albero nel suo essere una realtà piramidale dal basso verso l’alto, dall’altra, è pieno di simbolismo che ben si coniuga con il simbolismo delle Festività Natalizie. E’ un albero ma non tradizionale. La sua forma rassomiglia più all’ancora di nave, Ancora di luce. L’ancora è la salvezza della nave, quindi della vita dei naviganti, l’albero e il simbolo della vita. La vita nuova che viene con il S. Natale, la vita nuova che viene con il nuovo anno.

Le luminarie di Via Dante Alighieri, tante stelle, tanti fiocchi, con delle scie luminose. S. Natale stella di riferimento dei credenti, Fiocchi che simboleggiano un legame corrispondenti ai quelli umani sociali, fraterni: Fiocchi e stelle simbolismo del tranquillo vivere dell’umanità.

Le luminarie di Piazza Vittorio Emanuele, anch’essi pieni di simbolismo, tanti fili luminosi che s’intrecciano quasi vogliano costituire il cielo di una grotta; ebbene si; il cielo sulla città,la Grotta della Natività, il cielo sulla società, il cielo sull’umanità.

Le luminarie lungo il Corso; tanti archi e stelle tra una fila di case e l’altra; anche qui quanto simbolismo! Le Feste di Natale sono un ponte di fratellanza tra gli uomini, sono archi che uniscono; sono elementi di amalgama. Perché non guardare in un clima più sereno e culturale addobbi con occhi diversi?! Al di la del semplice addobbo perché non scovare il simbolismo che nasconde?! Forse inizieremo a capire che il mondo è diverso che quanto facciamo, non è soltanto un gesto per rispetto di una tradizione è comunque è sempre un simbolismo che cela una realtà più profonda senza che noi ce ne accorgiamo.

I vari presepi pubblici; da quello della Porticella a quello nei ruderi del Riposo, a quelli nei giardini privati senza escludere quelli nelle chiese. Una particolare menzione, quale atto di positivo riconoscimento all’Associazione che cura il presepio vivente per il centro della città; Un opera meritevole, un opera che richiede tanto impegno, tante capacità logistico operative, comunque avremo tempo per meglio parlarne.

Un plauso va dato e riconosciuto a tutti coloro che in questi addobbi, in questi presepi, hanno messo la loro opera, hanno dato il loro contributo, nessuno escluso compresi i nostri Amministratori.

Pietro Brigliozzi

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email