Intorno alle ore dieci e quarantacinque di questa mattina, diciotto marzo, in località Lera, al Kmetro 93,500 ai confini tra la zona industriale di Pian di Monetto del comune di Montefiascone ed il comune di Viterbo, si è verificato un incidente, in un primo momento apparso molto grave, per cui diverse ambulanze, sono state chiamate sul luogo.
Una utilitaria proveniente da Viterbo verso Montefiascone, per cause non del tutto chiare, invadendo la corsia opposta è andata ad impattare contro il bus COTRAL di linea, DJ345YP, viaggiante da Montefiascone verso Viterbo.
L’impatto non è stato dei più gravi, né così devastante come si era ipotizzato in un primo momento, in quanto il conducente del mezzo pubblico, accortosi, in tempo, che l’auto stava sbandando, con grande professionalità, in pochissimi secondi, prima ha valutato cosa sarebbe potuto succedere nell’impatto frontale, poi vedendo intorno, sulla sua destra il terreno favorevole e quindi la possibilità di evitare l’impatto frontale, si buttato fuori strada, andando a finire sul terreno limitrofo.

Una scelta molto oculata, una manovra intelligente che ha permesso, nonostante l’auto sia ugualmente finita contro il bus, che non vi fossero stati feriti gravi, né nella utilitaria, né tra i passeggeri che erano a bordo del mezzo pubblico.

Per onor di cronaca, il traffico sull’attuale Regionale Cassia del ASTRAL, che tra poco ritornerà all’ANAS, con la primitiva qualifica di Strada Statale, è stata bloccato per qualche ora e, una lunga coda di auto, si è formata sulle due direzioni di marcia, per cui l’incidente, in linea di massima è stato ricostruito su indicazioni di alcune persone, testimoni di quanto accaduto, e quindi alcuni dati, al fine di una migliore e più dettagliata informazione, non ci è stata data la possibilità di raccoglierli.

Sul posto, sono intervenute le forse dell’Ordine e sanitarie: Carabinieri di Viterbo, Vigili del Fuoco di Viterbo, diverse ambulanze, elicottero del centodiciotto e qualche medico. Il traffico ha ripreso il suo normale flusso, nei due sensi di marcia, intorno alle ore dodici, dopo che il mezzo privato, fatti i dovuti accertamenti, in breve tempo, era stato rimosso e portato presso la compente officina; mentre il bus COTRAL, più tardi, intorno alle tredici e trenta-quattordici, con appropriato mezzo di soccorso, è stato rimosso e trasportato presso l’officina convenzionata.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook