Ci siamo. Dopo le sfortunate sconfitte di Grosseto e Nettuno, perse solo nel finale, sabato a Firenze (h 15,30 e 20,30) il WiPlanet avrà la possibilità di mettere la parola fine al rischio retrocessione. Bissare il risultato dell’andata (15 a 9 e 4 a 2) sulla Fiorentina vorrebbe dire già salvezza matematica e serie B per la squadra toscana. Attualmente i giallo-verdi hanno 4 sconfitte in meno e quindi, a sei partite dalla fine, una doppia vittoria garantirebbe la permanenza nella massima serie, visti i risultati degli scontri diretti.

Nell’ultima parte del campionato la Fiorentina dovrà recarsi a Grosseto e poi ospitare Academy e Paternò mentre il WiPlanet non giocherà a in Sicilia il 29 agosto, ma il 19 settembre, dopo aver incontrato in casa il Grosseto il 5 e il Longbridge il 12. Visto il calendario, quasi uguale per le due squadre, anche una sola vittoria potrebbe tranquillizzare la squadra giallo-verde, ma la situazione di infortunati e convocati in nazionale rende oltremodo complicato questa fine-campionato. Per questo il manager Licciardi e tutto lo staff tecnico puntano decisamente alla doppia vittoria, per poi lasciare ai convocati nella nazionale la possibilità di partecipare ai pre-raduni, con la possibilità di far esordire nella serie A alcuni giovani della serie C.

Infatti Maurizio Andretta e Samuele De Simone sono convocati nella U23, con possibilità di essere anche chiamati nella nazionale maggiore. È una grande soddisfazione per loro e per la società falisca. Andretta è nel giro della nazionale da tempo, ma per De Simone questa è una prima volta in azzurro: la società falisca è lieta di aver contribuito a mettere in evidenza le qualità del giocatore chietino, anche perché è difficile essere convocati senza avere un passato nelle nazionali giovanili; evidentemente Samuele ha saputo convincere i tecnici con le sue qualità.

Un grande auguri ad entrambi, anche se le prossime settimane vedono il calendario della serie A sovrapporsi all’attività delle nazionali U 23 e Seniores, impegnati nei rispettivi campionati europei la prima a Verona dal 24 al 29 agosto, la seconda a Torino dal 12 al 19 settembre. I manager delle due squadre hanno chiesto ai convocati la disponibilità a raduni preparatori con molti giorni di anticipo. Andretta e De Simone ad esempio, sono da giorni a Verona e sono autorizzati a lasciare il raduno sabato per giocare le partite a Firenze, ma sono già in preavviso per partecipare al raduno dei 40 della nazionale maggiore a partire dal 30 agosto. Molte squadre hanno quindi chiesto lo spostamento di partite, e i recuperi potrebbero allungare di qualche settimana il calendario che prevedeva il termine il 5 settembre, per la verità molto in anticipo sulla stagione del baseball, che arriva anche ad ottobre.

Negli altri gironi la lotta per la retrocessione coinvolge il Milano, fortemente indiziato nel girone A, mentre nel B la classifica è incertissima (solo due vittorie di differenza tra la prima e l’ultima in classifica) e nel C la lotta sembra riguardare solo i Lancers e il Rimini.

Articolo precedenteCellere, arrestato pericoloso criminale ricercato da 5 anni
Articolo successivoRave party, nessun ritrovamento di carcasse di cani morti