Angelo Merlo

MONTEFIASCONE – Dopo che il sindaco Paolini, con lettera ufficiale del diciotto agosto corrente anno, consegnata dal messo comunale al consigliere A. Merlo nello stesso giorno, con una grande tempestività, mai accaduta da parte di Palazzo Doria, con la quale lo stesso sindaco, non accettava la consegna delle deleghe avvenuta qualche mese prima dal consigliere A. Merlo, in questi giorni, dopo attenta e lunga riflessione il Consigliere Merlo, ha deciso di riprendersi le deleghe e quindi ha ripreso le attività ad esse connesse.

Consigliere Merlo, con la ripresa delle deleghe un suo passo indietro politicamente parlando?! Lo rivedremo allineato?!
Ho ripreso le deleghe, dopo che il sindaco Paolini le aveva respinte, a seguito di un’attenta e profonda riflessione. Nessun passo indietro ma certamente più consapevolezza in maggioranza tenendo sempre conto che amministrare la cosa pubblica, a mio avviso e per mia convinzione, è un continuo dinamismo. Le cose, una volta analizzate e ritenute buone, vanno fatte senza rimandi, senza ripensamenti e senza demagogia politica. Con la cosa pubblica non si deve ne giocare, ne usufruirla per i propri interessi. Dopo aver rimesso le deleghe per l’immobilismo politico e la difficoltà di avere fondi, per cui dovevo sempre elemosinare a destra e a manca le risorse, al rifiuto del Sindaco delle medesime, essendo anche cambiato lo stile di agire, ho ritenuto opportuno rimettermi in gioco e soltanto in questi giorni, dopo ben quindici dal ricevimento della lettera del sindaco e molte valutazioni fatte nella mia mente, ho ritenuto opportuno riprendere le mie deleghe. Ho in mente, politicamente parlando, di crearmi, quanto prima, una mia segreteria politica con poche persone, ma valide e responsabili che mi possano essere di valido supporto nel senso più ampio della parola.

Ripresa delle deleghe quindi non per contentini politici ricevuti ma per lavorare a favore dei cittadini e della città?!
Si. Quanto Lei ha detto è giusto e mi ha preceduto. Ho ripreso le deleghe con l’unico scopo di fare soltanto l’interesse dei cittadini e di migliorare sempre più l’immagine della nostra città. Una scelta frutto di tanta riflessione nella consapevolezza che sono un tipo molto attivo senza dubbi e rimandi. In questa mia scelta hanno influito molto i pareri della gente e delle molte persone che mi hanno incontrato incoraggiandomi e, a volte, anche incalzandomi con insistenza, a riprendermi le mie deleghe sia quelle per la rivalutazione e sviluppo del lago che quelle al cimitero proprio perché avevano apprezzato il mio impegno e la mia determinazione nel portare avanti le idee ed i progetti che intendevo fare in questi settori per il miglior sviluppo dei medesimi.

Nuovi progetti?! Altre iniziative?!
Intendo, prima di tutto portare a termine i lavori iniziati, poi, al cimitero, sul lungo lago e sulla strada provinciale che porta al lago, partirò con una serie di progetti, più o meno grandi, ma comunque importanti proprio per dare un volto nuovo a queste bellezze che la natura ci ha dato e che tutti c’invidiano. E’ ora di farla finita con quello slogan molto antipatico, che non condivido affatto, anzi lo detesto; slogan che ho inteso più volte, anche se scherzosamente e che, comunque, non intendo ripeterlo poiché non mi appartiene e non appartiene neanche ai cittadini di Montefiascone che della loro città ne vanno fieri, anche se, a volte, potrebbero essere più costruttivi. Di alcuni progetti che ho in studio ne parleremo più avanti ed a tempo debito, non voglio mettere il carro davanti ai buoi.

Mi pare che alcune cose ha già iniziato a farle?! E’ già al lavoro come suo stile?!
Si. In questi giorni ho provveduto alla ripulitura dei cancelli della parte nuova del cimitero, ho provveduto alla nuova pulizia delle spiagge del lago, ho affidato la verniciatura della staccionata, sempre sul lago, fatta prima dell’estate; sto già pensando al migliore abbellimento del cimitero per la Feste dei primi di novembre, tanto per ricordarle alcune.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email