Massimo Paolini

MONTEFIASCONE – “La situazione è sotto controllo: strade principali pulite; mezzi e uomini che lavorano di continuo. Certo, qualche cittadino si lamenta, ma di fronte a una nevicata così abbondante, è inevitabile che ci sia qualche piccolo intoppo”. Il sindaco di Montefiascone Massimo Paolini interviene sulla questione della sicurezza, in seguito alla nevicata delle ultime ore.

“Appena iniziato il maltempo, gli operatori della protezione civile (i volontari dell’Asvom) hanno lavorato insieme a tutti gli operai del Comune: dalle 4,30 del mattino di lunedì, sono iniziate le operazioni di sgombero, come previsto dal piano neve. Tuttora, i lavori sono in corso in quelle vie che ancora hanno necessità”.

Il sindaco continua: “Stiamo facendo un riepilogo delle strade che necessitano di interventi; abbiamo messo in sicurezza le strutture sanitarie (le cliniche e l’ospedale); le scuole sono rimaste chiuse. Intervenire in un comune con un’estensione di 104 chilometri quadrati, pari a più di 10mila ettari di terreno, non è facile. Anche per via della posizione del territorio comunale, che sta in collina, con salite e discese che rendono più difficile l’intervento”.

Paolini va avanti: “Ringrazio l’impegno dei volontari della protezione civile Asvom, con la presidente Claudia Ciampicotto; degli operai del Comune; dei carabinieri, con il comandante della compagnia Antonio Zangla e il comandante della stazione Fabrizio Botticelli. Ringrazio anche la vicinanza della prefettura, in particolare del prefetto Giovanni Bruno, che si è subito adoperato per risolvere due problemi: uno, in merito alla mancanza dell’energia elettrica in una zona dove circa 700 cittadini erano rimasti al buio; l’altro, per l’assenza di acqua dovuta al congelamento delle pompe di sollevamento. In brevissimo tempo, i due problemi sono stati risolti”.

E ancora: “Abbiamo sparso il sale in tutto il territorio, circa 50 quintali. Abbiamo fatto il rifornimento di altro sale per un secondo intervento di spargimento, nei punti che hanno più bisogno. Abbiamo soddisfatto tutte le chiamate dei cittadini”.

In conclusione: “Stiamo lavorando, e i cittadini stiano tranquilli: gli amministratori, gli operai del Comune, le associazioni e le forze dell’ordine e di sicurezza, sono attive e a disposizione della gente”.

Commenta con il tuo account Facebook