MONTEFIASCONE – Anche in questa torrida giornata di agosto, come ormai è costume, in occasione della Fiera (sagra) del Vino, in Montefiascone, il Corteo Storico si è presa un’intera domenica tutta per se.

Importanti i motivi di questa lunga esibizione che, pur avendo un denominatore comune, la rievocazione della Morte di Defugher in Montefiascone, per aver bevuto, in pochi giorni, troppo moscatello, si articola in due parti fondamentali ormai radicate nella storia del famoso EST! EST!! EST!!! nel contesto della Fiera (sagra) del Vino che ogni anno, nella prima quindicina di agosto, si tiene nella città vulsinea.

Al mattino sfilata dai locali della Rocca dei Papi alla Basilica di S. Flaviano per la S. Messa con il famoso, oggi simbolico, barilotto di vino da versare su quella tomba; la sera altra sfilata, ugualmente dalla Rocca dei Papi per commemorare la morte del prelato Defugher. Circa trecento figuranti, in bellissimi costumi a colori, molto fedeli a quelli originali del medioevo, che fanno del corteo una vera e propria rappresentazione concreta di quanto accadde in quel lontano 1125.

Il corteo ormai ha una sua storia costruitasi negli anni passati allorché ha girato varie nazioni europee e si è esibito nelle loro capitali, portando sempre più in alto la fama del vino e della storia artistico-culturale di Montefiascone. Un apprezzamento ai molti giovani che s’innestano, ogni anno, per far si che, il prestigio, l’entità ed il valore turistico-culturale, che il corteo è capace di creare nella città, non si perda con il passar delle generazioni.

Poi l’esibizione della tarda serata quando il corteo si ripropone ai turisti ed ai cittadini locali, immerso nella suggestività della notte, sulla maggiore piazza di Montefiascone, per rivivere la morte di Defugher in una autentica e suggestiva rappresentazione che ha determinato la valorizzazione del Moscatello del contado di Montefiascone riassumendolo ed identificandolo nella famosa scritta EST!EST!!EST!!. Perdersi le due manifestazioni di questa giornata, che poi è il centro della Fiera, è un vero peccato.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email