MONTEFIASCONE – La ventunesima edizione della cronoscalata Lago Montefiascone, valida per il campionato Italiano della Montagna per le autostoriche, Terzo Trofeo città di Montefiascone, appartiene ormai al passato.

Nella mattinata di domenica, infatti si sono tenute le due mance della corsa vera e propria nel migliore dei modi.

Non è accaduto incidente alcuno, il tempo è stato buonissimo, il pubblico numeroso e molto caloroso con i beniamini sia della città di Montefiascone che dei paesi limitrofi: Capotosto, Bologna, Menichelli, Leopard, Zucchi, Brenciaglia, ma anche nei dei piloti che nelle edizioni passate si sono affermati, più volte, vincitori su questo percorso come il mitico Conte Uberto Bonucci. Come già aveva annunciato ieri dopo l’incidente, il direttore di gara Francesco Tartamella, questa mattina ha soppresso la parata iniziale, per cui la competizione è iniziata alle nove e trenta e si è conclusa alle ore tredici e quindici quando il Tartamella ha aperto il parco chiuso, ha accompagnato tutte le auto dalla città al lago e poco dopo ha riaperto la provinciale al traffico normale.

Vincitore assoluto, per la quarta volta consecutiva, ancora Uberto Bonucci su Osella PA 9/90BMW del quarto raggruppamento con un tempo di 2’03”8. A seguire il pilota Stefano Peroni su Osella PA 8 BMW con 2’03”81, quindi Piero Lottini su Osella PA 9/90, poi Walter Marelli su Lucchini SN 89. A seguire, per gli altri raggruppamenti, Giuliano Palmieri, Ildebrando Motti, Matteo Adragna, Quindi Massimo Vezzosi, Gabriele Tramonti, Massimo Campogiani, Lorenzo Cocchi, Tiberio Nocentini, Angelo De Angelis, Antonio Di Fazio, Gina Colotto.

Alla fine della gara il direttore di corsa ha ufficialmente ringraziato tutti: l’Ente organizzatore ACI Viterbo nella persona del suo direttore Lino Rocchi; l’Amministrazione Comunale di Montefiascone sia nella persona del sindaco che dell’assessore allo sport P. Manzi, per la collaborazione data sopreattutto sotto il profilo finanziario; tutti i vari giudici di gara e percorso; gli ausiliari nelle postazioni lungo il medesimo; tutti gli addetti alla sicurezza; tutti i tecnici per il soccorso alle vetture ed i medici presenti con le autoambulanze; grazie ai numerosi tifosi accampati sulle varie scarpate per il loro corretto comportamento tenuto,Oggi, ha concluso il direttore Tartamella, tutto è andato bene, tutto nella regolarità grazie all’impegno e la professionalità messa in campo da tutti, vi sono grato.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook