Nella tarda serata di ieri, ventinove marzo, è stato eletto il nuovo Direttivo della Pro Loco, abbiamo raccolto le notizie a fine riunione, prima della piccola appendice, visto che la seduta è chiusa e, nessuno, al di fuori dei consiglieri elettori, poteva essere presente.

Primo ad uscire il sig. Piccolotto; allora il nuovo staff del Direttivo?
Si, tutto è stato fatto nella correttezza dello statuto, il nuovo Direttivo è stato eletto con il seguente risultato. La Presidenza è andata al sig. Giuseppe Donnino, la figura di vice presidente è andata al sig. Ulderico Catteruccia, alla Segreteria è rimasto il sig. Francesco Della Rosa, il compito di tesoriere è stato affidato al sig. Massimiliano Pedretti.

Ci può dire anche i consiglieri presenti ed i voti espressi?
Praticamente i consiglieri votanti erano quasi tutti, mancava soltanto Crescentini Lidio, giustificato per motivi di salute, in quanto, in questi ultimi giorni, ha dovuto subire un piccolo intervento. I voti espressi senza entrare nei particolari? Il presidente ha avuto nove voti, il suo vice ne ha avuti sette, il segretario ed il tesoriere sono stati eletti all’unanimità.

Ecco poi il neo presidente. Neo Presidente Giuseppe Donnino, che blocchiamo all’uscita: auguri e buon lavoro!
Grazie degli auguri ma hanno maggior valore se estesi non soltanto a tutti i membri del direttivo ma anche a tutti i consiglieri ed ai revisori dei conti che verranno eletti in una specifica prossima riunione come statuto vuole. Buon lavoro, certo questo è il nostro intento, un lavoro che non solo intendiamo fare con tutte le nostre forze ma lo vogliamo portare avanti nel migliore dei modi possibile. Un’attività di gruppo, unito, compatto con idee precise per le finalità che ci stiamo proponendo di raggiungere. E per ora ci fermiamo qui vista la tarda ora che si è fatta, anzi, entri pure in sala, poiché dobbiamo consegnare una targa ricordo al Presidente uscente, Gianfranco Bellini, per l’importante lavoro che ha fatto nell’Associazione e lo spirito di fattiva e collegiale, direi quasi fraterna condotta, con la quale lo ha portato avanti, in questi ultimi anni che si sono rivelati abbastanza complessi.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook