MONTEFIASCONE –  Questa decima edizione dell’Campo Estivo Empoli Giovani, non poteva non andare come il previsto in considerazione che la manifestazione sportiva di fine stagione era stata preparata nel migliore dei modi dall’addetto al ramo Federico Sciuga e di suoi collaboratori Carlo Santini, Roberto Turci, Marianna Severini.

Determinante è stata la presenza degli istruttori venuti da Empoli nelle persone di Baldini, Benedetti, Mantelli, Lami ed alcuni tecnici locali come Ceccarini, De Fabi e Covelli.

I circa sessanta ragazzi, provenienti da tutto il centro Italia, in età tra gli otto e gli undici anni, durante il campo, sono stati divisi in tre gruppi principali Piccoli, Medi e Grandi; ovviamente per i portieri vi è stato un settore riservato onnicomprensivo. Una settimana di calcio nella quale sono prevalsi due aspetti fondamentali; far divertire i ragazzi e curare la loro formazione umana e sportiva nel rispetto delle regole per una corretta convivenza e renderli capaci di saper affrontare, con serenità, i piccoli sacrifici di ogni giorno.

Mister Guido Montelli, un suo giudizio su questo campus?!
Noi in questa giovane età dei ragazzi curiamo, soprattutto, prima la loro crescita umana, poi il loro sviluppo di giovani calciatori. In questo gruppo vi sono buone individualità che, se ben seguite, negli allenamenti quotidiani, durante il campionato, sicuramente, potrebbero uscire fuori dei buoni giocatori. Con una settimana si vede poco, ma il talento emerge comunque; importante è valorizzare questi ragazzi soprattutto nei momenti più critici del loro sviluppo, quando spesso, è proprio alla poca attenzione loro prestata in questo periodo che li penalizza. Il ragazzo è una giovane pianta che s’inserisce nel bosco, se lo si aiuta e protegge dalle piante più adulte crescerà bene e ben s’inserirà nel bosco stesso; se viene abbandonato sarà sopraffatto e soffocato dalle piante più adulte e spesso dai rovi e dalle varie sterpaglie.

Mister Carlo Lami, secondo presenza per Lei a questo Campus, le sue valutazioni!
Ho un gruppo misto, sono contento di essere di nuovo qui poiché la società di calcio del presidente L. Minciotti sta lavorando molto bene. E’ un ambiente molto sereno e, calcisticamente parlando, molto ben preparato e molto impegnato. Tra i ragazzi vi sono diversi elementi che, se ben seguiti in seguito, potrebbero fare strada. In questa zona riscontriamo un buon bacino di giovani ragazzi che promettono bene, tutto sta nel lavoro che si fa sul campo durante il campionato. La società del Montefiascone Calcio, dobbiamo riconoscere, è sana, ha validissime idee, guarda molto in avanti, per cui è aperta e presente agli eventi e questi sono importanti presupposti per un futuro dalle grandi soddisfazioni sia per i tifosi che per i cittadini tutti. Qui, oltre le bellezze artistiche della città, oltre il clima piacevole e gradevole, dobbiamo riconoscere che ci sono buone infrastrutture calcistiche che lasciano ben lavorare, anche, se potrebbero e dovrebbero essere aggiornate. Il tutto, comunque, nel suo insieme, lascia ben sperare per un futuro calcistico, sicuramente prezioso, senza escludere che qualche campione, sicuramente uscirà fuori.

Mister F. Ceccarini anche lei qui?!
Sono stato invitato e sono venuto soprattutto per l’amicizia che mi lega alla società. Faccio l’Allenatore dei portieri e debbo dire che c’è un bel gruppetto che promette bene e qualche elemento che, se ben curato, potrebbe fare carriera.

Mister Piero De Fazi! Lei ormai è un veterano di questo campus?!
Ebbene si. Mi occupo della Scuola Calcio del Civitavecchia, sono stato diversi anni fa nell’Empoli, per cui vengo volentieri a dare una mano, quasi aiutante di campo. Ogni hanno trovo qui tanti ragazzi preparati e volenterosi d’imparare e perfezionarsi nel gioco del calcio che è lo sport più bello del mondo e questo fa onore a tutti, soprattutto alla società del Montefiascone Calcio che è una delle poche, se non l’unica che, nell’Alto Lazio, riesce ad organizzare un evento cosi importante e qualificato.

Pietro Brigliozzi
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email