MONTEFIASCONE – Le prove per stabilire la griglia di partenza per la gara ufficiale di domani, prima del Campionato Italiano della Montagna per Autostoriche, Terzo trofeo “Comune di Montefiascone” nelle varie categorie e raggruppamenti della auto, moderne e storiche che si sono tenute questo pomeriggio sulla provinciale Lago – Montefiascone, sono state buone anche se con due negative sorprese del tutto impreviste.

Due incidenti, infatti si sono verificati durante la manifestazione, iniziata intorno alle quindici e terminata intorno alle diciannove, con circa un’ora di sosta tra le quindici e dieci e le sedici. Alle ore quindici, come da programma, sono partite le circa cinquanta auto della parata d’inizio, se non che, dopo due kemtri, è accaduto un incidente, piuttosto serio con il cappottamento di un’auto; immediata sospensione della manifestazione, grande tensione tra gli organizzatori, sono scattati immediatamente i soccorsi cosi non si sono avuti grandi e gravi conseguenze per le due persone a bordo uno dei quali è stato condotto all’ospedale di Belcolle per le cure del caso.

Questa parata, anteprima di gara, è stata definitivamente soppressa dal direttore di corsa F. Tartamella. Liberato il percorso è partita la gara vera e propria, poco dopo, altro stop per una macchina in avaria. Dopo circa dieci minuti d’interruzione, si è ripresa la corsa che poi fino alla fine delle due manche previste non ha avuto altri problemi. Un bilancio, tutto sommato, positivo. Ottima la prestazione del sei volte Campione Europeo e, ben quattro volte vincitore di questa lago Montefiascone nell’edizione quattordicesima, quindicesima, sedicesima e ventesima conte Uberto Bonucci. I tempi fatti registrare dai piloti girano tutti intorno ai due/tre minuti. Tanta presenza di pubblico, quasi inaspettata; presenti alla partenza il sindaco M.Paolini e l’Assessore allo Sport Eventi P. Manzi. Domani, domenica 9 aprile, la gara vera e propria avrà inizio alle ore nove, per concludersi intorno alle ore tredici e trenta.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook