MONTEFIASCONE La prestigiosa cantina espositrice Puri di Bolsena, presente a questa Sessantesima Edizione della Fiera del Vino, come diverse altre, è stata data in gestione all’Associazione AS.VO.M.

Questa cantina si trova all’inizio del Coro principale della città, appena l’ingresso, salendo, sulla sinistra. La cantina, apre intorno alle diciannove e trenta, fornisce libera mescita accompagnata da piccoli assaggini di prodotti locali che ben si addicono al buon vino come tutte le altre. In questa cantina si potranno gustare ben sette tipi di vino: bianco rosso, dolce, secco, amabile, frizzante, fermo, senza dimenticare la famosa cannaiola, tutti accompagnati da supplì e patatine al forno, inoltre verranno forniti anche confezioni da asporto in apposite vaschette in alluminio.

Sulla piazzetta limitrofa, all’inizio di Via del Butinale, in uno spazio limitato da una siepe di piante, vi sono dei tavoli presso i quali ci si può accomodare e presso i quali verranno prese ordinazioni e forniti pasti da apposito personale di servizio AS.VO.M.; possibilità quindi di degustazioni gastronomiche senza self service, senza fila al medesimo. Saranno disponibili taglieri, ad personam, di due tipi: uno grande ed uno piccolo, con su formaggi locali, affettati misti. Si potranno avere anche crostini, supplì, patatine, fritti di vario genere con due tipi di formaggio dei quali, uno obbligatorio, al tartufo. Per le buone forchette e buongustai sono disponibili anche nervetti in salsa e la tipica locale pansanella.

Non è escluso che nell’arco delle settimana vi sia anche qualche piatto a sorpresa come salcicce e patatine.

Tutta l’organizzazione è svolta dai volontari dell’AS.VO.M. Ci saranno anche dei turini di consumazione, ognuna delle quali sopporta circa cinquanta persone. Il servizio è garantito fino alle ventiquattro, dopo di che scatterà la fase di pulizia con il lavaggio e la disinfezione di tutta la piazza. Per farla breve vai alla cantina gestita dall’AS.VO.M. e troverai prima un ottimo vino, poi la soluzione ad ogni problema, saziando così la tua fame.

Pietro Brigliozzi
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email