Angelo Merlo

MONTEFIASCONE – Aggirandoci in questi giorni, lungo il tratto di fronte lagunare ove l’ex consigliere, A. Merlo, delegato allo sviluppo del lago,aveva iniziato a dare un svolta di riqualificazione all’area lungo l’arenile, con molta meraviglia, abbiamo costatato che i lavori proseguono ancora, e, come ci hanno riferito gli operai, ancora sotto la Sua direzione, per cui abbiamo ritenuto opportuno scambiare due chiacchiere con Lui.

Consigliere Merlo, nonostante che le siano ritirate le specifiche deleghe ancora lavori in corso sotto la Sua supervisione per non dire conduzione?!
Ebbene si. Quando il Sindaco Paolini mi ha tolto le deleghe per i motivi che già molte volte ho illustrato e certo non gli fanno onore, e ci perderei di reputazione insistere ancora, mi disse che dovevo però portare a termine i lavori iniziati. Applicando questa direttiva, sto ultimando i lavori; quanto stiamo facendo è la fase finale: fase che comunque avrei portato aventi sia per il dovuto rispetto nei confronti della famiglia Mocini, in particolar modo per la signora Tatiana, ai quali va ancora il mio ringraziamento e la mia gratitudine, i quali, con la donazione fattaci, ci ha permesso realizzare quanto fatto, sia nei confronti dei cittadini che mi hanno votato e che hanno condiviso a pieno il mio operato.

Ne sarà felice il sindaco Paolini di questo suo alto senso civico e seria responsabilità verso i cittadini visto che, ora, lavora senza alcun titolo?!
Su questo non mi pronuncio poiché non voglio influenzare alcuno: cero, rifletto che il sindaco non è che abbia fatto una grande scelta, anche perché, quanto sono riuscito a fare sia con le risorse economiche centellinatemi sia per l’abbondante ostruzionismo messo in piedi dalla Giunta contro le mie iniziative, e, visto come sta amministrando il paese, non credo, Egli, sia in grado di portare avanti il discorso da me iniziato.

Comunque Lei ha lasciato un segno indelebile!
Sono fiero di quanto ho fatto comprese le mie scelte politiche scaturite dal modo poco democratico con il quale il sindaco Paolini ed il suo staff sta portando avanti al vita politica ed amministrativa della nostra città. Sono certo che i cittadini se lo ricorderanno e che saranno capaci di fare le loro scelte a tempo debito. Non si deve dimenticare che per la città, su questo modo di amministrarla si sentono soltanto forti critiche e continue disapprovazioni. Non voglio scendere nei particolari ma basti guardare la storia del Concorso che è divenuto un’odissea e non è detto che vada a buon fine almeno stando a certe ultime voci, l’evento delle Frecce Tricolori sul quale ancora non tutto è chiaro e non vi sono ancora, stando almeno alle ultime voci di fonti autorevoli, le dovute autorizzazioni senza dimenticare che è stato sempre sbandierato che all’Amministrazione non costava nulla ed invece quindicimila Euro sono certe come stabilito nell’ultimo consiglio comunale.

Non divaghiamo, torniamo ai lavori sul lungolago!
Tornando al lungo lago debbo dire che il sindaco, al momento in cui mi ha tolto le deleghe, per i motivi ormai ben noti a tutti i cittadini, mi aveva lasciato il solo compito di ultimare i lavori già avviati e già pagati. In questi giorni non stiamo facendo che questo. Colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta la Famiglia Mocini, soprattutto la signora Tatina che con la loro donazione mi hanno consentito di realizzare quanto è sotto gli occhi di tutti. Insieme a questi signori intendo anche ringraziare tutte le altre persone che mi hanno fatto delle analoghe donazioni e hanno dato la loro disponibilità a farle. Il tutto per il bene dei cittadini, per dare una migliore dignità al nostro lungolago, per renderlo più piacevole a tutti i cittadini che vanno presso di esso per passare il loro tempo libero ed ai turisti che vengono lungo il nostro litorale per le loro vacanze.

Dunque qualche rimpianto e l’insoddisfazione di non aver potuto realizzare quanto si era prefisso?!
Certo; c’è del rimpianto. La gente saprà valutare, come ha già fatto condividendo a pieno il mio operato, visto che il sindaco non è riuscito neanche a fare la bellissima e, da tutti condivisa, manifestazione del lungolago in fiore come feci io nello scorso anno; e questo la dice lunga.

Quindi reazione politica la Sua?!
Io ormai sono nel partito della Lega, ho sciolto la mia segreteria politica, per cui quello che fa il sindaco non è che mi coinvolge più di tanto. Sarò attento e vigile sull’operato dell’attuale Amministrazione guidata dal sindaco Paolini, la quale mi pare non è brilli molto. Come gruppo Lega, in consiglio comunale condivideremo, con il nostro voto, le cose a favore dei cittadini, della loro dignità e del loro vivere sereno; ci opporremo con il nostro totale dissenso ad ogni iniziativa dell’Amministrazione che va contro la legalità, contro i cittadini, i loro interessi, le loro aspettative. In futuro, poi, tra tre anni, saranno gli stessi cittadini a dare il loro giudizio.

Pietro Brigliozzi
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email